BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Fca News / Nuovo dieselgate? Accuse Usa sulle emissioni: la replica del gruppo e di Sergio Marchionne (ultime notizie oggi, 12 gennaio 2017)

Fca accusata di violare emissioni, nuovo dieselgate in Usa? Ultime notizie di oggi 12 gennaio 2017, titolo crolla in Borsa a -16% dopo le accuse dell'agenzia Epa. Repliche e auto coinvolte

Fca news (LaPresse) Fca news (LaPresse)

FCA NEWS, NUOVO DIESELGATE? ACCUSE USA SULLE EMISSIONI: LA REPLICA DEL GRUPPO E DI SERGIO MARCHIONNE (OGGI, 12 GENNAIO 2017) - Pesanti accusa per Fca, il gruppo guidato da Sergio Marchionne: l'Epa ha accusato la casa automobilistica Fiat Chrysler di aver falsato i dati sulle missioni e minaccia una multa da 4,6 miliardi di dollari. Fca ha fatto sapere di voler contestare le accuse: stando a quanto riportato da Cnbc, la casa automobilistica sosterrà di non aver violato le emissioni e di voler collaborare con le autorità e l'amministrazione Trump. Non si è fatta attendere la replica del gruppo: Sergio Marchionne, come riportato da Repubblica.it, si è detto "molto disturbato" per come è stata resa pubblica la notizia. "Dialoghiamo con l'Epa da più di un anno. Non c'è nulla in comune fra il caso Volkswagen e quello Fca", ha dichiarato Marchionne, secondo cui il fatto che l'Epa abbia deciso di affrontare il caso pubblicamente "è curioso e spiacevole". La casa automobilistica era stata avvertita ieri dalle autorità che c'era qualcosa in arrivo, ma solo questa mattina ha saputo di cosa si trattava ed è quindi andata al contrattacco.

FCA NEWS, NUOVO DIESELGATE? LE ACCUSE DAGLI USA PER EMISSIONI SOSPETTE SU GRAND CHEROKEE E DODGE RAM (OGGI, 12 GENNAIO 2017) - Clamorose novità arrivano dagli Usa per il gruppo Fca italo-americano: l’Epa, azienda ambientale americana - la stessa che aveva dato vita ai primi scandali di Volkswagen - ha accusato il gruppo degli Agnelli gestito da Sergio Marchionne di non aver rispettato le norme ambientali nella costruzione di alcuni motori di veicoli alimentati a diesel e venduti negli Stati Uniti. Ecco dunque che rischia di riaprirsi il tanto temuto dieselgate che sulla casa di auto tedesche ha generato un crollo netto in termini di vendite e una multa record appena patteggiata a 4,3 miliardi di dollari. Secondo l’accusa di Epa, Fca avrebbe usato un software per consentire emissioni superiori ai limiti su 104mila veicoli, Grand Cherokee e Dodge Ram, ma come? “Ha schivato le regole ed è stata scoperta. Non comunicare l'esistenza di un software che influisce sulle emissioni di un'auto è una seria violazione delle legge. Tutte le case automobilistiche devono giocare secondo le stesse regole. L'Epa e le autorità della California si sono impegnate a rafforzare i test con il caso Volkswagen, e questo è il risultato della collaborazione”.

FCA NEWS, NUOVO DIESELGATE? LA DIFESA DI FIAT E IL CROLLO IN BORSA (OGGI, 12 GENNAIO 2017) - Dopo le accuse pervenute dagli Usa su Fca, il titolo della Fiat ha perso clamorosamente in Borsa a piazza Affari e anche a Wall Street: il titolo Fca è crollato a Piazza Affari chiudendo in calo del 16% a 8,8 euro. Malissimo anche Exor, il titolo della holding della famiglia Agnelli, che ha chiuso le contrattazioni cedendo il 9,4% a 40 euro. A Wall Street il titolo era stato sospeso in asta di volatilità mentre cedeva il 5%, poi riammesso agli scambi arrivando a toccare il -13,1%. Ovviamente sono arrivate immediate le difese di Fca che replica rispondendo al mittente le accuse di violazioni dei limiti di emissioni: «I nostri sistemi di controllo delle emissioni rispettano le normative applicabili. Ci impegneremo per presentare i propri argomenti e risolvere la questione in modo corretto ed equo, rassicurando l'Epa e i clienti di Fca Us. L'auspicio è di poter dimostrare che le strategie di controllo di Fca sono giustificate e pertanto non costituiscono 'defeat devices' in base alla normativa applicabile», riporta in una nota dopo il presunto nuovo caso di dieselgate in casa Fca questa volta.

© Riproduzione Riservata.