BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Psicofarmaci nel biberon / Madre arrestata: ha cercato di uccidere la figlia di 3 anni? (oggi, 12 gennaio 2017)

Pubblicazione:giovedì 12 gennaio 2017

Farmaci generici Farmaci generici

PSICOFARMACI NEL BIBERON, MADRE ARRESTATA: È ACCUSATA DI AVER VOLUTO UCCIDERE LA FIGLIA (OGGI, 12 GENNAIO 2017) - Avrebbe cercato di uccidere la figlia di tre anni mettendole degli psicofarmaci nel biberon e per questo motivo, una giovane mamma di 29 anni è stata arrestata a Napoli dalle forze dell'ordine. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera la donna, di cui non sono state ancora diffuse le generalità, aveva portato la piccola al Bambin Gesù, noto ospedale pediatrico di Roma, perché accusava dei problemi fisici. Secondo le prime ricostruzioni avrebbe tentato di avvelenare la figlia proprio durante il periodo della degenza ospedaliera al Bambin Gesù, avvenuta tra il 4 e il 19 dicembre. Ignari i motivi del suo gesto, ma sembra che fosse per attirare le attenzioni del marito, con il quale stava vivendo una crisi. La bambina non sarebbe in pericolo di vita: la sostanza che la madre le aveva somministrato era il benzodiazepine, uno psicofarmaco con effetto sedativo generalmente usato per curare gli attacchi di ansia e di panico nei soggetti adulti.

PSICOFARMACI NEL BIBERON, MADRE ARRESTATA: L'ACCUSA È DI TENTATO OMICIDIO (OGGI, 12 GENNAIO 2017) - Secondo le prime ricostruzioni, lo psicofarmaco presente nel biberon sarebbe stato il benzodiazepine, un sedativo molto potente che viene somministrato clinicamente per curare i disturbi relativi agli stati d'ansia e di panico. Usato ovviamente dai soggetti adulti, il suo uso prolungato può essere dannoso dato che, come molte medicine, porta alla dipendenza, e i soggetti che vanno in astinenza dal farmaco presentano insonnia, attacchi di ansia, panico, tachicardia e spasmi muscolari. Per adesso non si sa ancora se quello degli psicofarmaci nel biberon possa essere stato un episodio singolo avvenuto mentre la bimba era ricoverata al Bambin Gesù oppure se ce ne siano stati di altri anche prima della degenza. La donna attualmente si trova agli arresti ed è stata accusata - secondo quanto riporta TgCom24 - di tentato omicidio dato che la figlia, in seguito all'assunzione involotaria di psicofarmaci, ha avuto due arresti cardiorespiratori.



© Riproduzione Riservata.