BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Eroina gialla a Mestre/ Video, viaggio nel mondo della nuova droga killer (Nemo nessuno escluso)

Eroina gialla a Mestre: a Nemo, viaggio nel mondo dei tossicodipendenti alla scoperta della nuova droga killer che ha già causato molte vittime in pochi mesi.

Immagini di repertorio (foto da Pixabay)Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Eroina gialla a Mestre, l’allarme di Nemo nessuno escluso. Ieri sera, giovedì 12 ottobre 2017, il programma di Rai 2 condotto da Enrico Lucci e Valentina Petrini ha mandato in onda il servizio di Marco Maisano sulla nuova droga Killer che circola nella città veneta. Un viaggio nel mondo dei tossicodipendenti, con l’eroina gialla che ha già causato dieci vittime per overdosa in appena tre mesi. La droga killer circola nel mestrino dall’inizio del 2017 e le analisi degli specialisti hanno rivelato che è in grado di produrre effetti potenzialmente devastanti. E, a spaventare ancora di più, è il target a cui è indirizzata l’eroina gialla: le vittime sono tutte di età inferiore ai 45 anni, con la più giovane che aveva 21 anni, deceduta dopo aver assunto una dose davanti al fidanzato. Un pericolo nato da una guerra tra bande di narcotrafficanti per conquistare il terreno, tanto da offrire ai propri clienti uno sballo in fretta, senza paragoni e a prezzi stracciati. Qui di seguito il video del servizio di Marco Maisano. (Agg. Massimo Balsamo)

LA CRUDA TESTIMONIANZA

Emergenza totale a Mestre, con la diffusione della pericolosissima Eroina Gialla che ha causato già 10 morti e che rischia di rappresentare un fattore di rischio molto importante al momento della diffusione anche fuori dalla città di questo tipo di droga. Le analisi compiute sulla sostanza che sta girando a Mestre in questo periodo parlano di un aumento della purezza del 50%, il che aumenta esponenzialmente il rischio di overdose. Il servizio di Marco Maisano ha raccolto le testimonianze di diversi tossicodipendenti che si dimostrano consapevoli del pericolo, tanto che in molti sono intervenuti per salvare alcuni altri tossicodipendente, anche giovanissimi, iniettando il Narcan per evitare l’overdose fatale di Eroina Gialla. Gli spacciatori che vendono questo tipo di droga sembrano essere principalmente i membri della comunità nigeriana di Mestre. Nel servizio alcuni tossici provano l’eroina gialla, andando anche a rischiare per un abbondante perdita di sangue: la rassegnazione dei ragazzi è forse l’elemento più impressionante del servizio. (agg. di Fabio Belli)

LA DROGA PIU' POTENTE

L'eroina è tornata a seminare morte: dieci casi in tre mesi solo a Mestre, tutti per overdose a causa della potentissima droga killer messa sul mercato dai nigeriani. Viene definita eroina gialla, per via del colore di ogni dose, ma è pronta a tingere di rosso e poi di nero le vite di chi la assume. Quasi sempre chi ne fa uso sa bene a cosa va incontro eppure non sa come poterne fare a meno. Bastano 20, al massimo 30 euro per dare il via allo sballo che, nel peggiore dei casi, come in quelli di Mestre, può rivelarsi tragicamente letale. Non è la medesima eroina degli anni '70 o '80: quella immessa oggi sul mercato e diffusa dai nigeriani, contiene sostanze i cui principi attivi sono decuplicati e centuplicati con l'obiettivo di non lasciare realmente scampo a chi ne fa uso. Ma cosa c'è dietro questa diffusione così massiccia? C'è chi parla di vera strategia di marketing. In realtà alla base ci sarebbe una guerra tra bande. E' quanto ipotizzato dagli inquirenti e riportato da Il Giornale, che spiega come i narcotrafficanti starebbero cercando di conquistare il terreno, fidelizzare il mercato e fornire ai clienti un prodotto a basso costo, sempre più forte, purissimo ma letale. "Stiamo lavorando giorno e notte per giungere a dei risultati", ha dichiarato Roberto Della Rocca, capo di gabinetto della questura di Venezia, commentando le indagini in corso per risalire alla filiera e mettere definitivamente la parola fine alla strage silenziosa dell'eroina gialla. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

IL REPORTAGE DI MARCO MAISANO

Un viaggio nel mondo dei tossicodipendenti, alla scoperta dell'eroina "gialla", purissima quanto letale e che a Mestre ha fatto registrare dieci vittime per overdose in appena tre mesi. E' questo uno degli argomenti al centro della nuova puntata di stasera della trasmissione di RaiDue, Nemo - Nessuno escluso, in un reportage realizzato dall'ex iena Marco Maisano. Sono stati mesi difficilissimi, questi, per la città veneta, dove l'eroina gialla ha ucciso un numero vertiginoso di persone. E' stata definita la droga killer, quella che si è diffusa in Veneto da inizio anno e che, secondo gli esperti, sarebbe in grado di produrre effetti potenzialmente devastanti. Ad intervenire a Corriere.it, esprimendo tutta la sua preoccupazione circa gli effetti della droga in circolazione, è stato il dottor Giampietro Frison, responsabile del reparto Igiene Ambientale e Tossicologia Forense della Serenissima di Venezia, il quale tra i primi ha notato questo enorme cambiamento, tanto da parlare di "vera bomba": "Il principio attivo dell’eroina è passato in pochi mesi dallo 0,5-1% al 15-50%". Potrebbe nascondersi dietro questi preoccupanti dati la spiegazione delle dieci morti intervenute negli ultimi mesi e tutte riferibili a overdose.

EROINA GIALLA A MESTRE, I CASI DI DECESSO

Le vittime dell'eroina gialla sono tutte di età inferiore ai 45 anni. La prima, come riporta Il Giornale, è stata una madre appena 30enne trovata senza vita in uno stabilimento abbandonato a Marghera. La più giovane invece aveva 21 anni, morta dopo aver assunto una dose davanti al fidanzato. Di casi nel tempo ne sono seguiti numerosi, molti dei quali fortunatamente sono riusciti a salvarsi giungendo in tempo in ospedale. Bastano poche decine di euro, tra i 20 ed i 30, per entrare nel vortice dell'eroina killer i cui effetti sono quasi immediati e allo stesso tempo devastanti, ma soprattutto potenzialmente mortali. Ma cosa starebbe portando ad una diffusione così massiccia nel nostro Paese e soprattutto in Veneto? Alla base della crescita esponenziale di eroina gialla ci sarebbe una guerra tra bande di narcotrafficanti che al fine di conquistarsi il terreno tentano di conquistare maggiori clienti proponendo, ciascuna, una droga sempre più potente, capace di procurare uno sballo in fretta e senza paragoni, a prezzi competitivi ed accessibili potenzialmente a tutti. Una sorta di strategia di marketing, come la definisce La Stampa, messa a punto da parte della filiera dello spaccio che punta ad accaparrarsi un numero sempre più crescente di clienti con droghe ancora più potenti.

EROINA GIALLA, DROGA PURISSIMA E PERICOLOSA: COME È COMPOSTA

Ma cosa rende così potente ed allo stesso tempo letale la nuova eroina killer che sta uccidendo a Mestre? Secondo alcuni campioni esaminati, la sostanza vedrebbe al suo interno anche la presenza di destrometorfano, un oppioide utilizzato contro la tosse che in dosi massicce può avere effetti allucinogeni, rivelandosi anche letale. I casi di decessi registrati ad oggi, poi, andrebbero visti anche sotto un'altra ottica, ovvero analizzando il possibile mix di altre droghe che si affiancano all'eroina gialla, tra cui cocaina e crack. E' questa la combinazione più ambita nonché la più pericolosa che prende il nome di "Speedball". C'è poi il timore del carfentanil, analgesico cento volte più reattivo della morfina e che già in America ha causato una lunga scia di morti, mentre in Italia, nei centri per dipendenze tossicologiche sembra aver fatto la sua comparsa proprio negli ultimi mesi. Tornando all'eroina killer a Mestre, perché viene definita "gialla"? Il nome deriverebbe proprio dal colore della sostanza ed ogni dose è stata definita cento volte più pura, quindi più pericolosa, di quella che si trovava in strada fino allo scorso anno.

© Riproduzione Riservata.