BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Incendio a Trezzano/ Video, l'Arpa esclude il pericolo amianto, pericolo rientrato

Incendio a Trezzano sul Naviglio, video e ultime notizie di oggi 13 ottobre: rischio amianto e nube tossica. Scuole chiuse e allerta anche a Buccinasco per le case e le finestre

Incendio a Trezzano sul Naviglio (Twitter)Incendio a Trezzano sul Naviglio (Twitter)

Nuovi aggiornamenti sull’incendio a Trezzano, nel milanese. Fin dalla tarda sera di ieri è divampato un pericoloso incendio nell’area industriale a ovest di Milano, con la paura del rischio amianto con la nube tossica che si è posata sopra la zona. Dopo la chiusura di nidi e scuole e l’allarme a Buccinasco, sono arrivate le analisi dei tecnici dell’Arpa (Dipartimento Sistemi Previsionali) intervenuti sul posto, che hanno escluso il pericolo amianto. L'allarme dunque è rientrato, come riporta Repubblica, con le tracce di contaminamenti di ammoniaca e monossido di carbonio che sono stati registrati a livelli inferiori ai minimi di allarme. Per monitorare la situazione sono giunti sul posto anche i Nbcr (Nucleare Batteriologico Chimico Radiologico), con il rischio che il tetto in eternit del capannone fosse stato intaccato dalle fiamme dell’incendio. Situazione sotto controllo dunque, con vigili del fuoco e forze dell'ordine al lavoro per ristabilire la normalità nella zona. (Agg. Massimo Balsamo)

ALLERTA A BUCCINASCO

È in corso da ore ormai un vasto incendio avvenuto a Trezzano sul Naviglio con una nube nera che continua ad addensarsi sopra l’area industriale a ovest di Milano e che potenzialmente potrebbe rilevarsi anche tossica con il rischio amianto purtroppo sempre dietro l’angolo. A bruciare fin dalla tarda serata di ieri è un capannone nell’area della ex Scapa Italia, in via Cellini a Trezzano: qui un tempo vi era la sede logistica dell’azienda leader nel settore della distribuzione pasti, ma da ormai oltre 5 anni è un’area sostanzialmente dismessa. Per questo motivo l’incendio procurato è alquanto sospetto all’interno di un’area non più frequentata e anche per questo motivo si teme la diffusione di una nube tossica per tutta l’area ovest della periferia milanese. «Qui, nel cuore della zona commerciale si è propagato l'incendio che nel pomeriggio di ieri ha creato il panico a Trezzano e nei comuni limitrofi. Prima per la nube di fumo grigio che ha reso impossibile la visibilità agli automobilisti in transito sulle vicine tangenziali e vigevanesi, poi per le sostanze rese cenere dal fuoco», riportano le cronache del Giorno. Vigili del fuoco intervenuti subito e ancora in corso di spegnimento del vasto incendio con il rischio di una diffusione tossica dei vari materiali ritrovati all’interno della ex fabbrica.

L’ALLERTA DEI COMUNI E LE SCUOLE CHIUSE

La novità è arrivata stamattina, e non è delle più belle: sul posto a Trezzano anche la squadra Nbcr (Nucleare Batteriologico Chimico Radiologico) dei pompieri che ha rilevato la presenza di amianto nella struttura andata a fuoco e sono ancora in corso le analisi dell'Arpa sulla quantità di fibre che si sono sprigionate nell'aria. Anche per questo motivo il sindaco di Trezzano, Fabio Bottero, ha immediatamente posto l’ordinanza di chiusura delle scuole pubbliche e dei nidi comunali, chiedendo ai cittadini di chiudere anche porte e finestre delle varie abitazioni per evitare danni o problemi ulteriori. Va detto che le fiamme non hanno provocato danni strutturali importanti, ma si tratta anche questa volta dell’ennesimo e sempre più sospetto “trend” degli ultimi mesi con numerosi incendi in depositi e capannoni nel Milanese e anche in provincia di Pavia. Anche il comune di Buccinasco ha ordinato la chiusura delle scuole, con ulteriore invito ai cittadini «a tenere chiuse le finestre a titolo precauzionale».

© Riproduzione Riservata.