BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FAUSTO BRIZZI/ Warner Bros conferma il film "Poveri ma ricchissimi", ma il regista...

Fausto Brizzi: la Warner Bros ha deciso di confermare l'uscita del film natalizio "Poveri ma ricchissimi" ma il regista non farà promozione. Sospese le collaborazioni future. 

Fausto Brizzi (foto da Facebook)Fausto Brizzi (foto da Facebook)

L'eco della bufera che sta travolgendo Fausto Brizzi in Italia, il regista accusato di presunte molestie da diverse donne, arriva anche oltreoceano. Tanto che la Warner Bros, casa di produzione dell'ultimo film firmato da Brizzi, il cinepanettone "Poveri ma ricchissimi", nelle ultime ore ha dovuto decidere se confermare o meno l'uscita della pellicola natalizia dopo le polemiche che stanno investendo il romano. Attraverso un comunicato diffuso in giornata, gli americani hanno confermato per il 14 dicembre l'uscita del film poiché - come riporta La Repubblica - "Poveri ma ricchissimi" è il risultato della creatività, del lavoro e della dedizione di centinaia di donne e di uomini del cast e della produzione. "Warner Bros. Entertainment Italia" si legge nel comunicato "prende molto seriamente ogni accusa di molestia o abuso e si impegna fermamente affinchè l’ambiente di lavorosia un luogo sicuro per tutti i suoi dipendenti e collaboratori.  Ha sospeso ogni futura collaborazione con Fausto Brizzi che non verrà associato ad alcuna attività relativa alla promozione e distribuzione del film Poveri ma ricchissimi".

FAUSTO BRIZZI, DOMANI IL COMPLEANNO

Fausto Brizzi festeggerà domani, 15 novembre 2017, il suo 49esimo compleanno. Ma il regista romano ha in questo momento ben poco da celebrare. Una ricorrenza che cade nel periodo più difficile, sia sotto l'aspetto umano che sotto quello professionale, con la messa al bando firmata Warner Bros. nella promozione dell'ultimo film di Natale. Le accuse di molestie sessuali mosse nei suoi confronti da decine di attrici, di cui ha dato conto il programma Le Iene Show - nonché quelle delle uniche due donne che hanno deciso di mostrarsi a viso aperto (Clarissa Marchese e Alessandra Giulia Bassi) - hanno fatto di Brizzi, secondo gran parte dell'opinione pubblica, il Weinstein italiano. Eppure c'è chi ancora continua a stare dalla parte del regista. E' il caso del cantante Francesco Baccini, che ieri sui social ha scritto:"Conosco Fausto Brizzi da diversi anni e quello che ho letto su di lui mi sembra fantascienza. Fausto è una persona corretta e gentile, non me lo immagino proprio a fare un certo tipo di cose". 

© Riproduzione Riservata.