BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Roman Polanski / Il regista torna negli Stati Uniti per il processo di stupro (oggi, 16 febbraio 2017)

Pubblicazione:

Roman Polanski  Roman Polanski

ROMAN POLANSKI, IL REGISTA TORNA NEGLI STATI UNITI PER IL PROCESSO DI STUPRO (OGGI, 16 FEBBRAIO 2017) - Secondo quanto riportato dal sito Tmz Roman Polanski deve tornare la prossima settimana negli Stati Uniti per chiudere il processo a suo carico, che lo vede imputato da diversi anni nel caso di stupro ai danni di Samantha Geimer, una ragazzina che ai tempi del fatto aveva 13 anni. Il regista, che era sposato con Sharon Tate, l'attrice uccisa da Charles Manson, non ha più messo piede negli Stati Uniti dal 1977, quando capì che rischiava oltre cinquant'anni di carcere: da allora ha sempre vissuto con la moglie a Parigi, dato che vista la sua cittadinanza francese, non può essere estradato. La vittima, Samantha Geimer, ha detto di essere stata violentata da Roman Polanski nella casa di Jack Nicholson, dopo che lui l'aveva drogata. In seguito al patteggiamento nelle prime fasi del processo - l'avvocato di Samantha voleva evitare che la ragazza, all'epoca 13enne, testimoniasse in aula - l'accusa fu derubricata da stupro a rapporto sessuale illegale con una minorenne, che Roman Polanski ha ammesso.

ROMAN POLANSKI, IL REGISTA TORNA NEGLI STATI UNITI PER IL PROCESSO DI STUPRO. SHARON TATE E LE ULTIME POLEMICHE (OGGI, 16 FEBBRAIO 2017) - Roman Polanski vorrebbe tornare negli Stati Uniti anche per andare a trovare la tomba della moglie Sharon Tate, uccisa da Charles Manson e la sua setta mentre stava cenando con degli amici nella sua casa di Beverly Hills. L'attrice, una dei talenti più promettenti di Hollywood, era incinta all'ottavo mese, a sole due settimane dal parto, e fu uccisa con sedici coltellate. In quel momento Roman Polanski si trovava a Londra, e non era a casa insieme a lei. Recentemente è stato di nuovo al centro delle polemiche perché era stato invitato a presentare i Cezar, gli Oscar francesi: la sua nomina ha scatenato un'ondata di indignazione che ha costretto Roman Polanski a ritirare la sua presenza alla cerimonia, adducendo come motivazione anche una presunta minaccia all'incolumità della sua famiglia. Cosa accadrà al processo? Lo scopriremo la prossima settimana.



© Riproduzione Riservata.