BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BABY GANG A ROMA/ Il più grande della banda ha 19 anni: riconosciuto dal particolare orecchino (20 marzo)

Pubblicazione:lunedì 20 marzo 2017 - Ultimo aggiornamento:lunedì 20 marzo 2017, 12.44

Immagine di repertorio Immagine di repertorio

BABY GANG A ROMA, FURTI E RAPINE VIOLENTE A NEGOZI: TRE MAGGIORENNI E TUTTI MINORENNI (ULTIME NOTIZIE OGGI, 20 MARZO 2017) - Occorrerà attendere il pomeriggio di oggi prima di poter conoscere nuovi dettagli sulla baby gang a Roma, sgominata nella mattinata odierna. Al momento, infatti, non si conoscono i componenti della violenta banda che operava da tempo nel quartiere Appio Tuscolano seminando il terrore tra i commercianti della zona, presi di mira dalla gang di giovanissimi. Stando a quanto reso noto da Scelgonews.it, le 12 ordinanze di custodia cautelare avrebbe interessato giovanissimi di età compresa tra i 14 ed i 19 anni. I gravi reati contestati sarebbero stati commessi almeno in cinque occasioni. Si tratta di rapine commessa tra il 17 ed il 20 gennaio scorso tra via Arco di Travertino, via Menghini, via Appia Nuova e via Enea. Riconoscibile il più grande della banda, il 19enne di origini argentine, grazie ad un orecchino con ciondolo a croce e che ne ha permesso il suo riconoscimento da parte delle forze dell'ordine. Tra i dodici, altri due maggiorenni di 18 anni, un romano ed un ucraino, mentre gli altri sarebbero tutti minorenni.

BABY GANG A ROMA, FURTI E RAPINE VIOLENTE A NEGOZI: NEL POMERIGGIO LA CONFERENZA STAMPA (ULTIME NOTIZIE OGGI, 20 MARZO 2017) - Una baby gang formata da 12 ragazzini seminava il terrore tra i commercianti del quartiere Appio Tuscolano. Le operazioni in corso sono terminate questa mattina, al culmine di indagini che avrebbero portato all'arresto dei presunti responsabili. Gravissimi i reati loro contestati: oltre al furto ed alla rapina (venivano presi d'assalto gli esercizi commerciali della zona), viene loro contestata anche l'enorme violenza con la quale venivano commessi. Per tale ragione i 12 ragazzini sono accusati anche di percosse e danneggiamento. Intanto, come fa sapere il sito AdnKronos i dettagli delle operazioni che sono andate in scena all'alba di oggi saranno ampiamente illustrati nel corso del pomeriggio, durante una conferenza stampa che si terrà in Questura. Con l'arresto dei 12 membri della violenta baby gang romana, dunque, finisce l'incubo per decine di commercianti della zona finora vittime delle azioni aggressive della banda.

BABY GANG A ROMA, FURTI E RAPINE VIOLENTE A NEGOZI: 12 ARRESTI (ULTIME NOTIZIE OGGI, 20 MARZO 2017) - Una violenta baby gang è stata fermata a Roma nelle passate ore da parte degli agenti del commissariato Appio-Nuovo. Dall'alba di oggi, come rivela Il Messaggero nella sua edizione online, gli uomini dell'Arma sono impegnati a notificare 12 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti giovani accusati di diverse rapine ai danni di numerosi esercizi commerciali della zona. Da tempo, infatti, negozi e centri commerciali erano stati presi d'assalto dalla baby gang a Roma, la quale agiva con estrema violenza nei confronti dei malcapitati. Non solo furto e rapina, ma anche percosse e danneggiamento sono i reati contestati dalla polizia a una violenta baby gang finalmente individuata e sgominata. I ragazzini, in tutto 12, da temo avevano iniziato a seminare il terrore tra i commercianti del quartiere Appio-Tuscolano, più volte presi di mira. A mettere la parola fine alle loro azioni violente sono stati questa mattina gli agenti di polizia giunti a notificare i 12 arresti ai presunti responsabili degli atti vandalici e delle violenze, dopo una serie di attente indagini che hanno portato, alla fine, all'individuazione della baby gang. Come riporta Italiapost.it, il caso di oggi non rappresenta affatto un triste episodio senza precedenti. A Roma, sempre nel medesimo quartiere, fino a qualche tempo fa era attiva un'altra baby gang denominata "la banda del ciuffo bianco", per via del look del leader. In quel caso la polizia era intervenuta, sgominandola, lo scorso gennaio mettendo fine alle azioni violente di tre membri. Le modalità di azione del gruppo erano le seguenti: attiravano l'attenzione delle loro vittime chiedendo loro informazioni, per poi minacciarle con un coltello in cambio dei loro beni (denaro, cellulari, oggetti di valore). Con l'azione messa a segno nelle passate ore ed attualmente in corso, dunque, i commercianti piccoli e non potranno tirare un sospiro di sollievo.



© Riproduzione Riservata.