BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IKEA/ Diventa ristorante: la “cucina Ikea” diventa Pop-up Restaurant?

I Ristoranti Ikea potrebbero diventare presto una realtà: il noto brand è pronto ad ampliare il proprio business rielaborando il vecchio concetto di "cucina". 

Cuoco (Pixabay) Cuoco (Pixabay)

Ikea, la multinazionale svedese leader nel campo degli arredi, si prepara ad allargare il suo business fino a coinvolgere il settore della ristorazione. La notizia è stata rilasciata dal magazine americano Fast Company, che ha recentemente rivelato come il celebre brand potrebbe ben presto ampliare i proprio orizzonti. Se l'indiscrezione fosse confermata, tutti i fan del marchio dovranno abituarsi a un nuovo concetto di "cucina Ikea", che grazie agli introiti della sezione dedicata all'area food, potrebbe approdare nelle principali città italiane con una serie di ristoranti  interamente dedicati alla ristorazione. I progetti, a quanto pare, prevedono la creazione di locali in aeree differenti da quelle dove nascono i punti commerciali, attività autonome, quindi, dove si parlerà di Ikea probabilmente non solo per il gusto negli arredi, ma anche per quello nelle pietanze. 

Grazie agli introiti registrati nel corso degli anni nel settore food, Ikea potrebbe ben presto ampliare il proprio business fino a creare dei veri e propri ristoranti nelle principali città europee. L'indiscrezione, che si è diffusa nei giorni scorsi, rivela che per quanto riguarda il nostro paese, la città che più di altre potrebbe ospitare il primo locale destinato alla ristorazione è Roma. Negli ultimi anni, a Londra, Oslo e Parigi sono stati aperti dei ristoranti temporanei, ma come riporta 361 Magazine la multinazionale svedese sarebbe pronta ad ampliare il business per allargare la sua area di interesse anche al settore food. Secondo le prime indiscrezioni, ancora non del tutto confermate, si potrebbe parlare anche di "pop up restaurant", dei locali temporanei che negli ultimi anni hanno spopolato in tutta Europa grazie alla novità degli chef itineranti e del cibo non tradizionale.  

© Riproduzione Riservata.