BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANT’ALESSIO/ Santo del giorno, il 17 luglio si celebra il santo che rifiutò le nozze per dedicarsi a Dio

Sant'Alessio nasce nelle città di Roma nel IV secolo dopo Cristo. Rifiutò le nozze per dedicare la sua vita interamente a Dio, la sua storia

Santo del giorno: sant'AlessioSanto del giorno: sant'Alessio

SANT’ALESSIO: SI CELEBRA IL 17 LUGLIO  

Sant’Alessio nasce nelle città di Roma nel IV secolo dopo Cristo. Costui proviene da una famiglia patrizia, il padre e la madre si chiamano rispettivamente Eufemiano e Agalè. Sant’Alessio sta per sposarsi con una donna di sani principi, che però lo convince a rinunciare al matrimonio e successivamente il giovane si imbarca e raggiunge la città di Edessa. In questo posto, costui finge di essere un mendicante e i soldi, che riesce a guadagnare li dona la sera ai poveri e, per questo gesto, il giovane viene soprannominato l'Uomo di Dio. Alcuni documenti rivelano che il futuro santo sia morto ad Edessa in un ospedale, dopo aver confessato di essere stato un nobile romano, che rifiutò le nozze per dedicare la sua vita a Dio. Secondo un'altra versione, invece, appartenente alla tradizione greca e romana, sant’Alessio è tornato a Roma, dopo 17 anni di permanenza ad Edessa. Nella Capitale ha vissuto come mendicante in un sottoscala per altri diciassette anni, dove ha scritto la sua vita intera in un biglietto. Solo il Papa è riuscito a leggere cosa c'era scritto su quella carta e alla sua morte sembra che si sia sentito miracolosamente un suono festoso di campane nell'aria. Sant’Alessio muore quindi a Roma nel 412 dopo Cristo. In seguito alla sua dipartita, ha ricevuto un riconoscimento rilevante dalla Chiesa, in quanto è stato nominato santo. La sua festa si celebra ogni anno il 17 Luglio e la sua testa viene venerata nel monastero di Santa Laura, che si trova nel Peloponneso.  

FESTE A LUI DEDICATE - 

Sant'Alessio è il patrono di Miagliano, che è un comune che si trova in provincia di Biella. Il 17 Luglio di ogni anno, in questa località, in occasione della festa patronale, si celebra una messa nella piazza del paese, a cui partecipano moltissimi fedeli. In seguito, il simulacro di Sant'Alessio viene portato in processione per le strade di Miagliano. I festeggiamenti sono molto caratteristici, anche perchè sempre nella piazza di questo comune piemontese si organizzano diversi spettacoli teatrali e di musica jazz e pure delle sagre. In vari gazebi, infatti, la gente ha la possibilità di mangiare la Toma biellese, che è un tipico formaggio della zona e i salumi di vacca. La festa si conclude ogni anno con lo scoppio dei fuochi d'artificio.  

PATRONO DI MIAGLIANO -

Miagliano è un paese, che si trova in provincia di Biella. E' il comune più piccolo del Nord Italia, in quanto ha solamente 633 abitanti. In questa località inoltre c'è il torrente Cervo e si dice che in questo posto sia stata bruciata viva Giovanna de Monduro nel 1471, per stregoneria. Lo stemma di Miagliano è uno scudo con tre piante di miglio su uno sfondo verde. Tra i monumenti religiosi d'interesse in questo comune, c'è sicuramente la Chiesa di Sant'Antonio Abate. Questo edificio cristiano è stato realizzato nel 1779 e all'interno della struttura è conservato un bellissimo organo, che risale al 1785 e che presenta delle decorazioni dell'artista Serpentiero. Nei pressi di Miagliano c'è anche il Villaggio operaio Poma. Si tratta di un'antica azienda, che era un cotonificio e che all'inizio del XX secolo era una delle maggiori fabbriche del nostro paese. Questo paese biellese infine fa parte dal 1973 della Comunità montana Bassa Valle Cervo.

I SANTI E I BEATI DEL 17 LUGLIO -

Il giorno 17 Luglio non è solamente la festa di sant'Alessio. In questa giornata quindi si ricordano anche: San Colmano di Stockerau, Santa Marcellina, Santa Edvige di Polonia e San Nicola II di Russia. I Beati, che si commemorano il giorno 17 Luglio, invece, sono: Costanza II di Sicilia, Sebastiano dello Spirito Santo e Paolo Gojdic.

© Riproduzione Riservata.