BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TERREMOTO OGGI/ INGV ultime scosse: Emilia Romagna sisma M 1.9 a Forlì Cesena (ora 13.40, 18 agosto 2017)

Terremoto Oggi: Emilia Romagna, scossa di M 1.9 a Forlì Cesena secondo i dati INGV in tempo reale di oggi 18 agosto 2017. Ultime notizie e aggiornamenti in diretta sui fenomeni sismici

Terremoti, aggiornamenti in tempo reale Terremoti, aggiornamenti in tempo reale

EMILIA ROMAGNA, SCOSSA DI M 1.9 IN PROVINCIA DI FORLÌ CESENA

Non ci sono per fortuna grosse scosse di terremoto in tutto il nostro territorio da segnalare con avvertenza: lo sciame sismico in centro Italia resta costante ma con poche degne di nota, per fortuna. Da segnalare invece il sisma di grado M 1.9 sulla scala Richter avvenuto in Emilia Romagna, nell’insolita località di Forlì Cesena, raramente attraversata da attività sismica rilevante. Non ci sono stati danni e la popolazione non ha avvertito la breve e piccola scossa sismica: ipocentro del terremoto registrato a circa 5 km di profondità sotto il livello del terreno, mentre l’epicentro è stato individuato presso i comuni di Bagno di Romagna, Verghereto, Santa Sofia, Casteldelci, Chiusi della Verna, Sarsina, Galeata, Civitella di Romagna, Sant’Agata Feltria, Pieve Santo Stefano. (agg. di Niccolò Magnani)

PORTOGALLO, SCOSSA DI M 4.5 A 50 KM NORD DA LISBONA

Un fortissimo terremoto è stato avvertito questa mattina in Portogallo dal centro Sismologico Europeo-Mediterraneo (EMSC) anche se per fortuna non sembra aver generato problemi e feriti. La popolazione però l’ha sentito eccome, con immagini e commenti sui social che fanno bene vedere come le strade e alcuni palazzi attorno alla capitale Lisbona hanno tremato e ondeggiato per qualche secondo. Secondo quanto riporta lo stesso centro terremoti europeo, sono circa 3,5 milioni di persone hanno avvertito la scossa con il timore di danni ben più gravi che è durato per diverse ore. La scossa di grado M 4.5 è stata registrata alle ore 8.44 con profondità di 12 km come ipocentro: l’epicentro è stato invece identificato a 4 km sud-ovest da Aveiras de Cima, a 25 km sud-ovest da Santarem e a soli 47 km nord-est dalla capitale Lisbona. (agg. di Niccolò Magnani)

MARCHE, SCOSSA DI 1.2 M IN PROVINCIA DI MACERATA

A 2 chilometri ad Est dal Comune di Monte Cavallo, in provincia di Macerata, si è fatta registrare la prima scossa di terremoto della giornata di giovedì 17 agosto 2017, nella zona del Centro Italia sempre interessata da una grande attività sismica. La scossa è stata fortunatamente piuttosto leggera, di magnitudo 1.2, con un ipocentro localizzato a 10 chilometri di profondità alle ore 00:08, dunque pochissimi minuti dopo la mezzanotte. Oltre a Monte Cavallo, altri sei Comuni in provincia di Macerata si trovano nel raggio di 10 chilometri dall’epicentro del sisma, ovvero Pieve Torina (6 km), Fiordimonte (7 km), Visso (8 km), Pievebovigliana (9 km), e Muccia e Ussita (10 km). Nel raggio di 20 chilometri dall’epicentro del terremoto si trovano Serravalle di Chienti (11 km), Fiastra e Preci (12 km), Acquacanina (13 km), Sellano (14 km), Castelsantangelo sul Nera (15 km), Bolognola e Camerino (16 km) e Sefro (19 km), Comuni situati tra le province di Macerata e Perugia.

PUGLIA, SCOSSA DI 2.3 M IN PROVINCIA DI UDINE

Nella serata di mercoledì 16 agosto 2017, scossa di terremoto significativa nella provincia di Udine, con epicentro a 2 chilometri a SudOvest dal Comune di Majano. La scossa si è fatta registrare alle ore 22:37 con una magnitudo di 2.3, ed un ipocentro localizzato a 5 chilometri di profondità. Molti i Comuni che hanno avvertito la scossa, oltre a Majano. Nel raggio di 10 chilometri dall’epicentro del sisma si trovano i seguenti Comuni in provincia di Udine: San Daniele del Friuli (4 km), Rive D’Arcano e Ragogna (6 km), Colloredo di Monte Albano, Buja e Fagagna (7 km), Treppo Grande e Moruzzo (8 km), Forgaria nel Friuli, Coseano e Osoppo (9 km), San Vito di Fagagna, Cassacco e Martignacco (10 km). Inoltre, vanno segnalati anche due Comuni in provincia di Pordenone: Pinzano al Tagliamento, a 8 chilometri dall’epicentro del sisma, e Vito D’Asio, a 10 chilometri dall’epicentro.

© Riproduzione Riservata.