BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SI DÀ FUOCO IN STRADA AD ARCORE/ Video, pakistano 33enne gravissimo: una protesta alla base del gesto?

Si dà fuoco in strada ad Arcore, ultime news: profumo pakistano 33enne trasformatosi in torcia umana. Quali i motivi del gesto? Le sue condizioni sono gravissime.

Immagine di repertorio Immagine di repertorio

Nel pomeriggio di oggi, un uomo si è dato fuoco in strada ad Arcore. Come riporta Il Giorno nell'edizione online, il fatto è avvenuto in via Gilera dove intorno alle 17:00 un 33enne di origini pakistane si sarebbe cosparso di liquido infiammabile proprio davanti all'ufficio postale e alla Coop, prima di darsi fuoco con un accendino. In pochi istanti si sarebbe trasformato in una torcia umana ed a nulla sarebbe servito l'intervento di un passante, un egiziano di 21 anni, che avrebbe tentato di spegnere le fiamme buttandogli addosso un giubbotto. Ora l'uomo sarebbe ricoverato in gravissime condizioni a causa delle ustioni che si è provocato con il suo gesto estremo. Secondo quanto riporta Giornale di Monza, poco prima di darsi alle fiamme il pakistano sarebbe rimasto coinvolto in un incidente in bicicletta avvenuto in via Casati con un altro ciclista ma questo non giustificherebbe comunque quanto avvenuto pochi minuti dopo.

SI INDAGA SUI POSSIBILI MOTIVI

Sarebbe un profugo pakistano ospite in una struttura di accoglienza a Vimercate l'uomo che oggi si è dato fuoco in strada ad Arcore. Dopo l'intervento del passante, sul posto sono prontamente giunti i primi soccorsi del 118 con una ambulanza ed una automedica in codice rosso. Necessario l'intervento dell'elisoccorso data la gravità delle condizioni in cui è stato trovato il 33enne all'arrivo dei sanitari. Nel minor tempo possibile è stato così condotto all'ospedale Niguarda di Milano, dove le sue condizioni risultano essere disperate. L'uomo avrebbe riportato ustioni di terzo grado su gran parte del corpo con desquamazioni epiteliali. Al momento non si conoscono ancora le cause alla base del drammatico gesto. Monzatoday.it avanza anche la protesta da parte del pakistano, mentre Repubblica.it rivela che il profugo risulta essere in cura per problemi psichici all'Ospedale di Monza. Poco prima del gesto, spiega IlGiorno, sarebbe stato fermato dalla polizia locale per un controllo mostrandosi estremamente nervoso. Sul posto sono intervenuti anche Vigili del Fuoco e Carabinieri, al momento impegnati nella ricostruzione dei possibili motivi che avrebbero scatenato la sua azione drammatica.

© Riproduzione Riservata.