BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SCHIACCIA NIPOTE SOTTO I SUOI 450 CHILI/ Ma la verità è un'altra: si autoaccusa per coprire sorella assassina

Schiaccia nipote sotto i suoi 450 chili, ma la verità è un'altra: la vera assassina è la sorella. La rinascita di una 34enne oggi 90 chili grazie alla dieta e a 30 interventi.

Mayra Rosales (da Video)Mayra Rosales (da Video)

Con i suoi 450 chili, Mayra Rosales, una texana-messicana di 34 anni si era guadagnato il primato di "donna più pesante del mondo". A questo, però, ben presto se ne affiancò un altro decisamente peggiore tale da farle guadagnare l'appellativo di "Half-Ton Killer". E' quanto avvenuto nel 2008, quando Mayra confessò di aver ucciso il nipotino di appena due anni, Eliseo, schiacciandolo sotto il proprio peso. La verità, però drammatica oltre che sconvolgente era tutt'altra ma sarebbe emersa solo in seguito. I suoi 450 chili, non solo rappresentarono, per Mayra, la scusa perfetta per giustificare la morte del nipotino, ma al tempo stesso rappresentavano anche la causa del suo enorme malessere non solo fisico ma anche e soprattutto psicologico. Al punto da convincersi a coprire la sorella, vera assassina del bambino, la quale uccise il figlio con una spazzola travolta da un raptus di rabbia. La verità, però, è finalmente emersa ed anche la vita della 34enne è cambiata dopo aver deciso finalmente di perdere peso.

LA RINASCITA DI MAYRA ROSALES

Artefice della rinascita di Mayra Rosales è, anche in questo caso, un nome divenuto celebre in tutto il mondo, ovvero dottor Younan Nowzaraden. Vera star dello show televisivo Vite al Limite, anche Mayra con i suoi 450 chili aveva deciso di rivolgersi al noto medico per tentare di perdere peso e ritrovare se stessa. Durante il suo percorso di rinascita (divenuto anche televisivo), emerse la terribile verità. "Ero morta, avevo smesso di vivere. Il cibo era l’uno motivo per vivere", racconta oggi Mayra, dopo la straordinaria trasformazione che ha portato la donna a raggiungere i 90 chili. "Ora non ho più problemi di salute. Il colesterolo non è alto, il diabete è sparito, non soffro di pressione alta", ha aggiunto, come rivela Metro. Per giungere al suo eccellente cambiamento, oltre alla dieta sono serviti circa trenta interventi chirurgici, compresi quelli mirati alla rimozione della pelle in eccesso. Anche per la sorella, vera assassina del piccolo Eliseo, la vita è cambiata in quanto è stata processata e condannata a scontare 15 anni di carcere per l'omicidio del figlio. L'autopsia eseguita sul corpicino, infatti, stabilì che le cause reali del decesso furono le numerose lesioni al cranio.

© Riproduzione Riservata.