BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Assessore Cascina contro Cristina Parodi: "Piena di corna"/ Video, Sonia Avolio: c'è chi chiede le dimissioni

"Cristina Parodi sei piena di corna": Cascina, l'attacco choc di Sonia Avolio, assessore della giunta leghista di Susanna Ceccardi in quota Fratelli d'Italia, dopo le accuse a Salvini. 

Cristina ParodiCristina Parodi

Continua a far discutere l'intervento social di Sonia Avolio, assessore di Cascina, contro la giornalista e conduttrice televisiva Cristina Parodi, dividendo in due il popolo del web ma anche quello politico. Da una parte chi sostiene l'assessora di Fratelli d'Italia  che fa parte della giunta della leghista del comune pisano, Ceccardi, dall'altra chi invece l'ha fortemente criticata per la sua infelice uscita paragonata a veri e propri insulti sessisti. Ad intervenire è stato anche il mondo della politica, a partire senatrice Pd Simona Malpezzi, vicepresidente del gruppo dem a Palazzo Madama, che oltre a manifestare solidarietà nei confronti di Cristina Parodi tanto da chiedere le dimissioni della sindaca leghista: "Alle critiche politiche si dovrebbe rispondere con posizioni politiche. Sempre che se ne abbiano. Sonia Avolio si vergogni e si dimetta. Solidarietà a Cristina Parodi", ha commentato la senatrice Pd. Ed intanto le scuse alla conduttrice da parte della Avolio latitano... (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ARRIVERÀ LA REPLICA?

Cristina Parodi è finita inconsapevolmente al centro delle feroci polemiche di politici ed anche qualche utente social. Dopo avere rilasciato alcune dichiarazioni su Matteo Salvini, parlando di successo politico ottenuto per via dell’ignoranza del nostro Paese, le sue parole sono state notevolmente commentate, specie dal popolo leghista. Oltre alla Lega, anche qualcuno di Fratelli d'Italia ha voluto dire la sua. Lei è Sonia Avolio. La donna è tornata sull’argomento “Salvini”, partendo dal pensiero della giornalista. "Ignoranza vuol dire senza conoscenza e lei non sa più quante corna ha, ma glielo dico io: una per ogni lentiggine", ha affermato l'assessore di Fratelli d'Italia. Parole dure e offensive che, ad oggi, non hanno ricevuto nessuna replica da parte della Parodi. Come se non bastasse, la Avolio ha continuato il suo attacco regalando un "consiglio" non richiesto, sollecitandola di andare con sua sorella insieme ai tegami. Ci pare molto difficile che l’ex volto del TG5 possa abbassarsi a certi livelli offrendo una replica. E, con la solita classe che la contraddistingue da anni, probabilmente non replicherà all’accaduto. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

LA GIORNALISTA DIVIDE IL WEB

“L’ascesa di Matteo Salvini è dovuta all’arrabbiatura della gente, è dovuta a paura e ignoranza”: queste le parole di Cristina Parodi che hanno scatenato la polemica politica ma non solo, con il web che si è diviso sulla conduttrice. L’assessore di Cascina Avolio ha attaccato duramente l’ex volto di Domenica In e c’è chi sottolinea l’uscita fuori luogo della Parodi ma anche chi critica gli attacchi personali ricevuti dalla compagna di Giorgio Gori. Una divisione pressochè equa e non manca anche la chiave ironica: “Ricapitoliamo: alle prossime elezioni ci saranno una lista Bankitalia, una lista Agenzie di rating, una lista Boeri e una lista Cristina Parodi”, “Cristina Parodi non aspetta altro che essere fatta fuori dalla Rai, vuole correre alla Segreteria del PD”. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

IL PD DIFENDE LA PARODI

Non si placano le polemiche su Sonia Avolio, assessore di Fratelli d'Italia di Cascina, per l'attacco a Cristina Parodi, presentatrice televisiva rea di essersi scagliata contro il segretario della Lega Matteo Salvini. Il Partito Democratico si schiera al fianco della compagna del dem Giorgio Gori, ecco le parole di Alessia Morani: "Mi auguro che @GiorgiaMeloni butti fuori dal partito questa donna volgare e senza rispetto. E la sindaca @SusannaCeccardi la cacci dalla giunta. Le istituzioni non meritano questa vergogna". Questo, invece, il commento su Twitter della senatrice Caterina Biti: "Una sola cosa da dire sulla imbarazzante assessora di #Cascina che attacca Cristina #Parodi: che tristezza. Ignoravo la sua esistenza finora e continuerò a farlo. La Politica è altrove". (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

LA REPLICA DI SIMONA MALPEZZI (PD)

Polemica sul video di Sonia Avolio, assessore leghista del Comune di Cascina, in queste ore protagonista per le frasi ingiuriose rivolte alla conduttrice Cristina Parodi. Sostanzialmente, attraverso un breve filmato pubblicato sui social, avrebbe accusato l'ex volto di Verissimo di avere "tante corna quante lentiggini". Il tutto dopo le esternazioni critiche della conduttrice sulla crescita elettorale della Lega Nord. Frasi che avevano già messo al centro delle polemiche la Parodi, che ha dovuto fare i conti con gli attacchi sulla sua vita personale. Sui social, ma non solo, in molti hanno preso le sue parti, come la senatrice Pd Simona Malpezzi, che ha commentato: "Alle critiche bisognerebbe rispondere con posizioni politiche". (Aggiornamento di Jacopo D'Antuono)

DURO ATTACCO RIVOLTO ALLA PARODI

Non è passato inosservato il duro attacco rivolto a Cristina Parodi dall'assessore di Fratelli d'Italia Sonia Avolio, facente parte della giunta leghista di Cascina. Tra le più attive a stigmatizzare sui social il video in cui la politica dava di fatto della cornuta alla conduttrice dopo le parole pronunciate contro Matteo Salvini è stata Selvaggia Lucarelli. L'opinionista sul suo profilo Facebook, oltre a condannare l'accaduto e a profetizzare un salato risarcimento, ha commentato:"Aggiungo che (mi dicono) tegame, a Pisa, ha un significato doppio. Oltre a pentola vuol dire prostituta". Il riferimento è alla frase pronunciata proprio dalla Avolio:"E che vada con sua sorella, insieme ai tegami...". La stessa Lucarelli ha poi pubblicato in chiave ironica i manifesti elettorali in cui la Avolio si presentava come politica dalla parte delle donne, sottolineando il suo "tocco femminile". Insomma, non il miglior esempio di solidarietà tra donne l'attacco riservato alla Parodi...(agg. di Dario D'Angelo)

LE SCUSE DI SONIA AVOLIO

Le dichiarazioni di Cristina Parodi su Matteo Salvini continuano ad essere argomento di discussione e polemiche. In queste ore però a catalizzare l’attenzione mediatica è stato il video di Sonia Avolio, assessore di Fratelli d’Italia, pubblicato su Facebook. La politica, senza tanti giri di parole, ha letteralmente attaccato la giornalista e conduttrice televisiva puntando il dito sulla sua vita privata. Parole che non meritano neppure di essere ripetute, ma che confermano ancora quando la libertà di parola possa a volte sfociare nell’attacco gratuito. Per quale colpa poi? Semplicemente aver espresso con garbo ed educazione il proprio punto di vista. Sarà che il web è letteralmente impazzito, sarà che personaggi di spicco come Selvaggia Lucarelli e diversi politici hanno preso le difese della Parodi, che l’assessore di Cascina ci ha ripensato e ha chiesto scusa. Con un post pubblicato su Facebook, Sonia Avolia scrive: "Chiedo scusa se qualcuno si è sentito offeso dal mio video. Volevo fare ironia e non mi è riuscito. Sono greve, non cattiva”. Ironia mal riuscita verrebbe da dire! (agg. Emanuele Ambrosio)

LE REAZIONI POLITICHE E NON

È riuscita a superarsi Sonia Avolio: l’assessore di Cascina, che non finisce per la prima volta al centro delle polemiche, ha attaccato Cristina Parodi sui social. Il messaggio pesante che  ha rivolto alla giornalista Rai può esporla al rischio di querela per diffamazione, anche se lei ha fatto sapere che voleva essere soltanto satira. Inevitabili le polemiche sui social network. Il caso sta creando imbarazzi e costringere la sindaca leghista Susanna Ceccardi a sostituirla. «Alle critiche politiche si dovrebbe rispondere con posizioni politiche», dice la senatrice Pd Simona Malpezzi. Le fa eco la deputata Alessia Morani che lancia un appello a Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia di cui fa parte Avolio: «Butti fuori dal partito questa donna volgare e senza rispetto. E la sindaca Susanna Ceccardi la cacci dalla giunta. Le istituzioni non meritano questa vergogna». La giornalista Selvaggia Lucarelli ha rilanciato il video e commentato la vicenda: «Questo è l’assessore di Fratelli D’Italia allo sviluppo (e pari opportunità) Sonia Avolio. (a Cascina, provincia di Pisa)  Sembra uno scherzo ma non lo è. Mi auguro abbia un buon avvocato». (agg. di Silvana Palazzo)

SONIA AVOLIO A CRISTINA PARODI: "SEI PIENA DI CORNA"

Sono passati un paio di giorni dalle parole di Cristina Parodi su Matteo Salvini che tanta indignazione avevano suscitato negli ambienti leghisti, ma l'eco delle dichiarazioni della conduttrice Rai non si è ancora spenta. Un breve riepilogo per chi non avesse seguito la vicenda: l'ex volto di Verissimo ospite della trasmissione di Rai Radio 2 "I Lunatici", aveva commentato in maniera non propriamente lusinghiera, per usare un eufemismo, l'ascesa politica di Matteo Salvini. Nello specifico la Parodi ha detto:"Mi fa paura vedere un tipo di politica che è basata sulla divisione, sui muri da erigere. A cosa è dovuta l'ascesa di Matteo Salvini? All'arrabbiatura della gente. Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che era stato promesso di fare. È dovuta alla paura e anche all'ignoranza". Dunque un attacco non solo al leader del Carroccio ma per certi versi anche al suo elettorato. Ebbene c'è chi ha deciso di rispondere alla Parodi scendendo sul personale, ma non si tratta di una persona "qualunque", bensì di Sonia Avolio, assessora della giunta leghista di Cascina. 

ATTACCO CHOC DELL'ASSESSORE DELLA GIUNTA LEGHISTA

Dunque cos'ha deciso di fare Sonia Avolio, assessore a Cascina in quota Fratelli d'Italia della giunta leghista di Susanna Ceccardi? Come riportato da Il Tirreno, la donna ha affermato:"Volevo mandare un messaggio a Cristina Parodi che dice che quelli che votano per Salvini sono degli ignoranti. Ignorante vuol dire senza conoscenza, e lei che non sa più quante corna ha, ma glielo dico io: una per ogni lentiggine, se riesce a contarsele. E che vada con sua sorella, insieme ai tegami". Un attacco diretto dunque non solo a Cristina Parodi, ma allargato pure alla maga dei fornelli Benedetta. Ovviamente le bordate più pesanti sono quelle riservate al marito della Parodi, quel Giorgio Gori che nel 2004 finì nel tritacarne mediatico per la pubblicazione di una sfilza di sms scottanti con Simona Ventura. I due riuscirono a superare la battuta d'arresto del loro rapporto:"Da questa montagna di spazzatura, io e Giorgio siamo usciti più uniti di prima", disse Cristina.

© Riproduzione Riservata.