BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

"Elvis Presley si è suicidato"/ L'ex moglie Priscilla rivela: "Sapeva cosa stava facendo"

"Elvis Presley si è suicidato", rivelazione shock dell'ex moglie Priscilla nel documentario HBO "Elvis Presley - The Searcher": "Sapeva cosa stava facendo"

Elvis PresleyElvis Presley

“Elvis Presley si è suicidato”: rivelazione shock dell’ex moglie Priscilla sulla tragica fine del re del Rock and Roll. Icona culturale e punto di riferimento della musica di tutto il Novecento, l’artista di Tupelo è deceduto a Memphis lo scorso 16 agosto 1977 a soli 42 anni: dopo aver assunto una abbondante dose di barbiturici, si intrattenne tutta la notte con la famiglia e con il suo staff per parlare del concerto dell’indomani. Verso le ore 5.00 si ritirò nella sua stanza ma, non riuscendo a prendere sonno, assunse un’ulteriore dose di barbiturici. Alle 13.30 venne rinvenuto agonizzante nella stanza dalla compagna Ginger Alden, che chiamò i soccorsi. I tentativi di rianimarlo però furono tutti inutili: alle ore 15.00, al Baptist Memorial Hospital, fu dichiarata ufficialmente la morte a causa di un attacco cardiaco. Fino a oggi si è parlato di morte, non di suicidio: le rivelazioni dell’ex compagna Priscilla Presley nel nuovo documentario HBO “The Searcher” portano nuovi interrogativi…

 "ELVIS PRESLEY SI E' SUICIDATO"

Come sottolinea il Daily Mail, il documentario dell’HBO punta a ripercorrere la vita dell’artista esplorando le sue dipendenze e l’ex moglie Priscilla, oggi 72enne, ha raccontato come lei e le altre persone vicine a Elvis Presley non fossero riuscite a farlo smettere con le droghe. Soprattutto, smentisce con forza coloro che sostengono che nessuno avesse fatto nulla per dargli un aiuto: “Il gruppo lo faceva, ma nessuno poteva dire a Elvis cosa fare. Non era possibile: voglio dire, saresti finito fuori in men che non si dica. Ci provarono, ma non vi era modo di riuscirci”. Ma la frase che sta circolando con forza nelle ultime ore è un’altra: “Elvis sapeva cosa stava facendo”, ipotizzando dunque che il cantante si è tolto consapevolmente la vita e scacciando l’ipotesi di tragico evento. A rafforzare questa ipotesi i documenti e gli appunti di Elvis destinati all’amico-manager Joe Esposito, in cui è visibile la depressione dell’artista: “Sono stufo della mia vita”, parole datate gennaio 1977, solo sette mesi prima della tragica fine…

© Riproduzione Riservata.