BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ROMA, STACCA ORECCHIO IN FILA: PRESO ‘MORSICATORE’ DELL’ANAGRAFE/ Amputato lobo alla vittima

Roma, lite all'Anagrafe: stacca un orecchio a morsi al rivale. La polizia ha preso il morsicatore n zona Portonaccio: in via San Romano il diverbio era nato per la fila

Immagine di repertorio (LaPresse)Immagine di repertorio (LaPresse)

Aveva le ore contate e così è avvenuto: è stato preso e arrestato il “morsicatore” che ieri all’ufficio Anagrafe da Roma Portonaccio per un banalissimo diverbio in fila: 59 anni, residente vicino a quello ufficio pubblico in Via San Romano, W.R. - come riporta il Corriere della Sera - è l’uomo che la polizia cercava da ieri dopo l’assurda aggressione avvenuta all’Anagrafe, che ha avuto come immediata conseguenza per la vittima la perdita di parte dell’orecchio. Anche lui 50enne, si trovava allo sportello per sbrigare una pratica quando - per motivi anche tutti da verificare - è stato attaccato da quello sconosciuto e incensurato, poi scappato via sulla sua Smart assieme alla moglie. Già stamani è comparso di fronte al tribunale di Roma per direttissima, rispondendo alle accuse di lesioni personali aggravate. Come spiega il CorSera, «Qualcuno ha avuto la freddezza di raccogliere il lobo che l’aggressore aveva sputato per terra e di consegnarlo al medico dell’ambulanza dell’Ares 118 intervenuta in via di San Romano»: ora è in corso l’operazione per provare a salvare l’orecchio morsicato dall’assurdo aggressore, ma intanto il lobo è stato amputato del tutto per poter essere poi riattaccato in chirurgia plastica. Non è detto però che l’intervento riesca e solo le prossime ore ci diranno di più: il morsicatore è stato preso perché qualcuno all’Anagrafe ha avuto la prontezza di spirito di segnarsi la targa della Smart con la qualche l’uomo è fuggito, in modo da permettere ai carabinieri di chiudere il caso appena qualche ora dopo l’aggressione. (agg. di Niccolò Magnani)

LITE IN FILA, GLI STACCA UN ORECCHIO

Roma, lite all'Anagrafe: stacca un orecchio a morsi al rivale. Ha dell’incredibile la vicenda accaduta questa mattina nell’ufficio Anagrafe di via San Romano, una traversa della via Tiburtina in zona Portonaccio: verso le ore 10,30, una banale lita si è trasformata in un dramma. Come sottolinea Il Messaggero, un diverbio per la fila si è trasformato in una rissa: uno dei due litiganti è arrivato al punto di mordere l’avversario all’orecchio, come fece Mike Tyson nel 1997 in un incontro con il rivale Evander Holyfield. Un gesto che ha avuto una conseguenza non da poco: il morso ha causato il distaccamento netto del lobo, provocando una forte emorragia. Sul posto sono immediatamente le forze dell’ordine e una ambulanza, con l’aggressore che è riuscito a fuggire a bordo della sua autovettura, una Smart, ma avrebbe le ore contate: iniziate le operazioni per rintracciarlo.

ROMA, LITE ALL'ANAGRAFE DI VIA SAN ROMANO

Secondo le primissime indiscrezioni sull’accaduto, riportate da Repubblica, l’aggressore è intervenuto nel corso di una discussione per la fila per difendere la moglie, impegnata nel litigio con l’uomo aggredito nell’ufficio. Sul pavimento dell’Anagrafe sono state rinvenute diverse macchie di sangue, con l’uomo ferito che è stato prontamente curato dal medico: gli infermieri accorsi immediatamente sul posto sono riusciti a tamponare la ferita, con l’uomo che è stato trasferito all’ospedale Sandro Pertini. Il lobo dell’orecchio staccato è stato raccolto da terra: previsto un intervento chirurgico per cercare di riattaccarlo. Il Messaggero riporta la testimonianza di una persona presente sul luogo della vicenda: "Eravamo in fila -e fra quei due c’è stato un battibecco. Credo che il ferito se la sia presa con la moglie dell’aggressore che è intervenuto in un secondo momento in modo feroce". In questi minuti le forze dell'ordine stanno ascoltando le parole della moglie dell'aggressore.

© Riproduzione Riservata.