BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

San Paolo di Napoli, De Luca contro il Comune/ “Sono dei cialtroni, i 25 milioni di euro non erano dovuti”

San Paolo di Napoli, De Luca contro il Comune: “Sono dei cialtroni, i 25 milioni di euro non erano dovuti”. Il Presidente della Regione si scaglia contro il comune di Napoli

Lo stadio San Paolo di Napoli - LaPresseLo stadio San Paolo di Napoli - LaPresse

Sono in arrivo 25 milioni di euro presso lo stadio San Paolo di Napoli. Grazie a questi finanziamenti destinati alla casa dei partenopei dalla Regione campana, si potranno effettuare quei lavori di ristrutturazione che renderanno lo stadio a norma, evitando così la chiusura e il trasloco della squadra di calcio azzurra in un’altra struttura. De Laurentiis ha incontrato nelle scorse ore il presidente della Regione, Vincenzo De Luca a Palazzo Santa Lucia, che gli ha appunto assicurato che oltre ai 5 milioni di euro per l’operazione Universiadi, ne arriveranno altri 20. La questione è stata commentata dal Comune, e precisamente dall’assessore Ciro Borriello, intervistato dal Corriere del Mezzogiorno, e definendo lo stanziamento della Regione, “un atto dovuto”.

“UN ATTO DOVUTO DA CHI?”

Una frase che ha fatto andare su tutte le furie lo stesso De Luca, che uscendo allo scoperto poco fa, come riportato da Tuttonapoli.net, ha ammesso: «Un atto dovuto da chi e perché? – si domanda - ma possibile che ogni volta che aprono bocca questi qui devono fare i cialtroni?». Quindi De Luca ha aggiunto: «Ma è tanto difficile cominciare a fare le persone serie e non i cialtroni. Per lo stadio San Paolo sono 25 milioni della Regione Campania. Dovuti perché? Il Comune dovrebbe tacere, non si chiede molto». De Luca ha altresì parlato dei lavori di ristrutturazione dello stesso stadio, facendo sapere di aver già sollecitato privati e comune per avere in tempi molto ristretti un progetto valido, visto che bisognerà intervenire fra la fine di agosto e l’inizio di settembre.

© Riproduzione Riservata.