BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

STRAGE SULL’A31/ Video, Arianna muore a 17 anni a fianco del padre, morto anche il musicista Pozza

Strage sull'A31, video: Arianna muore a 17 anni a fianco del padre, morto anche il musicista Pozza di anni 60, molto conosciuto in quelle zone. Infine la quarta vittima, un 33enne

Incidente a Vicenza su A31 (Vigili del Fuoco, Twitter)Incidente a Vicenza su A31 (Vigili del Fuoco, Twitter)

Tre famiglie spezzate dopo l’incidente avvenuto ieri sull’autostrada A31, all’altezza di Vicenza. Hanno perso la vita in quattro di cui un padre di 52 anni e figlia di 17. Quest’ultima, Arianna, era una promessa del tennis, e il papà, Luciano Rossetto, l’aveva accompagnata da un torneo disputato a Ferrara. La coppia stava percorrendo da poco quell’autostrada, essendo entrata al casello di Noventa, ma qualche minuto dopo il tragico scontro, e quella fine che nessuno si poteva aspettare. Fra le lamiere di quelle auto coinvolte nel tamponamento di ieri, anche una persona molto conosciuta in zona, il musicista Florio Pozza, 60enne nato in Australia, famoso per le sue canzoni, accompagnate spesso e volentieri da una chitarra o da un didgeridoo. Una volta appresa la sua scomparsa, i moltissimi fan, o semplicemente coloro che lo conoscevano, hanno inondato la pagina Facebook con centinaia di messaggi di cordoglio e di amore. Infine la quarta vittima, Mourad Bettane, 33enne di origini marocchine residente ad Asti, coinvolto nel primo incidente, quello che poi ha scatenato le due esplosioni successive. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COME IN UN FILM

Sembrava la scena di un film quanto verificatosi stamattina sull’A31, ma purtroppo era la realtà. Le forze dell’ordine stanno ancora cercando di ricostruire l’accaduto, ma stando agli indizi e alle varie testimonianze, si sarebbero verificati una serie di eventi, che hanno poi causato la morte di quattro persone. Il tutto sarebbe nato da un tamponamento all’altezza di Albettone, in provincia di Vicenza. Per cause ancora da accertare, forse per la distrazione, forse per la pioggia, forse un colpo di sonno o forse per l’alta velocità, un tir che sopraggiungeva in quegli istanti non ha visto l’incolonnamento, ed è andato a sbattere contro le auto ferme come se fossero dei birilli. Di queste, due hanno avuto la peggio, visto che per via del forte impatto hanno preso fuoco. Dei quattro occupanti, due sono stati sbalzati fuori, mentre altri due sono rimasti intrappolati nell’auto, morendo carbonizzati. Purtroppo fra le vittime vi sarebbe anche una giovane ragazza di 17 anni, residente nel vicentino. Insieme a lei vi era il padre, anch’esso morto. Qui potete trovare il video pubblicato dai vigili del fuoco, in cui si nota quello che resta delle due auto esplose. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TIR CONTRO AUTO COME BIRILLI

Arrivano ulteriori dettagli circa l’incidente tragico che è avvenuto questa mattina sull’autostrada A31, all’altezza di Vicenza. Oltre ai quattro morti vi sarebbero anche cinque feriti, fortunatamente, in modo lieve. Inoltre, fra coloro che avrebbero assistito al disastro, vi sarebbe anche l’ex sindaco di Lozzo Atestino, Luca Ruffin, che come riportato da Viagginews.com, ha ammesso: «Un camion ha centrato come birilli le auto che aveva davanti e due hanno preso fuoco». Sembra proprio questa l’inquietante dinamica dei fatti, con un mezzo pesante che per cause ancora da accertare ha centrato le auto davanti a se. Nello scontro, due di esse hanno preso fuoco, e per i quattro occupanti dei due veicoli non c’è stato nulla da fare. Nell’incidente vi sarebbe coinvolta anche una terza auto, dove fortunatamente gli occupanti sono riusciti ad uscire prima che venissero avvolti dalle fiamme. Un tamponamento a catena che ha avuto purtroppo degli esiti molto tragici visto che quattro persone sono decedute e fra queste vi sarebbe anche una giovane di 17 anni. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ULTERIORI DETTAGLI

Un’autentica tragedia quella andata in scena questo pomeriggio sulla Valdastico Sud in direzione Piovene Rocchette: la prima vittima, quella sbalzata fuori dall’auto dopo il primo tamponamento, è morta in elisoccorso dopo i vani tentativi di poterla salvare. Era un cittadino straniero, mentre gli altri tre morti avvenuti poco dopo nel secondo tamponamento hanno avuto una fine ancora più atroce, carbonizzati dopo l’esplosione delle loro auto. Qui le vittime sono tutte vicentine tra le quali - riporta Il Corriere della Sera - anche una giovanissima 17enne morta nell’auto assieme al padre conducente. La colonna di fumo nero si è stagliata per ore sull’autostrada A31 e le testimonianze che giungono dal luogo dell’incidente sono veramente drammatiche: la duplice e fatale situazione creatasi per due tamponamenti ha portato l’intera carreggiata degli schianti un’autentico inferno, con altre auto per fortuna solo lambite dalle fiamme e dalle lamiere dei veicoli coinvolti nel maxi incidente vicentino. 

DOPPIO INCIDENTE SULL’A31

Un inferno vero e proprio quello avvenuto in zona Vicenza sull’Autostrada A31 poche ore fa: attorno alle 12.30, all’altezza del comune di Albettone, tre auto si sono scontrate tra loro - alcuni dicono per un tamponamento improvviso di un tir ad uno dei veicoli - provocando un maxi incidente stradale dagli esiti purtroppo drammatici. I vigili del fuoco infatti sono arrivati subito sul posto dato che le tre auto, con una quarta coinvolta nella carambola terribile, si sono subito incendiate. Dopo le difficili operazioni di estrazioni, dalle lamiere sono stati purtroppo recuperati almeno 3 corpi carbonizzati senza vita degli occupanti sventurati. Secondo quanto riporta Il Giornale di Vicenza, la dinamica dell’incidente sarebbe stata di diverso svolgimento e probabilmente si avvicina di più alla realtà dei fatti, con tutte le informazioni reperite su rilievi dei pompieri e delle prime forze dell’ordine giunte sul luogo: in poche parole, gli incidenti sarebbero stati due, uno “conseguenza” dell’altro con il bilancio salito in questi ultimi minuti a 4 vittime.

CHIUSA L’AUTOSTRADA IN DIREZIONE VICENZA

La dinamica dell’incidente avvenuto sull’A31 Valdastico Sud è purtroppo gravissima: intorno a mezzogiorno due auto si sono schiantate dopo un contatto violento appena dopo il casello di Albettone-Barbarano, in direzione Piovene Rocchete. Pesante fin da subito il bilancio visto che una persona è stata sbalzata fuori dal veicolo sbattendo violentemente sull’asfalto. A quel punto si è creato subito una lunga coda di auto incolonnate proprio per quel incidente stradale: purtroppo un tir, non vedendo quella coda, è arrivato a tutta velocità non riuscendo a frenare in tempo e colpendo tre auto ferme nel traffico. Immediatamente i veicoli sono andati a fuoco, con il panico per qualche minuto esploso tra tutte le auto presenti. Il bilancio è terribile: la vittima del primo incidente è morta poco dopo in ospedale, mentre tre occupanti dei veicoli andati a fuoco sono morti carbonizzati, come abbiamo già raccontato qui sopra. Gli occupanti della terza vettura invece sono riusciti a fuggire mentre le prime tre persone, a bordo delle altre due auto, sono rimaste tragicamente intrappolate tra le fiamme. Come riporta ancora il Giornale di Vicenza, “La A31 alle 12.30 è stata chiusa e il traffico al momento è bloccato”.

© Riproduzione Riservata.