BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CAMORRA A MEDJUGORJIE/ Padre Luciano Ciciarelli, scomparso nella città mariana tre anni fa e mai più ritrovato

Un sacerdote italiano, padre Luciano Ciciarelli, giunto a Medjugorje per trattare l'acquisto di un terreno, è scomparso da tre anni e di lui non si sa più niente

Una delle veggenti di MedjugorjeUna delle veggenti di Medjugorje

Dopo l'allarme lanciato dall'arcivescovo Hoser, inviato speciale del papa a Medjugorje su possibili infiltrazioni della camorra napoletana nella città dove da decenni secondo migliaia di fedeli appare la Madonna, in molti si sono chiesti quale sarebbe la reale consistenza di questa accusa. Ne abbiamo parlato anche noi. Infiltrazioni di persone della malavita che gestiscono i cosiddetti banchetti di "souvenir religiosi" sono normali in tutti i luoghi di pellegrinaggio, basta vedere a Roma, ma in tal caso si tratterebbe di roba da poco, un po' di affarismo smerciato come reliquie. Invece, pensando al caso di padre Luciano Ciciarelli, scomparso a Medjugorje tre anni fa e di cui non si è mai saputo niente, spunta ben altro, di molto più pericoloso e di molto più criminale. Di questo sacerdote, visto vivo l'ultima volta la mattina del 2 agosto 2015 nella città bosniaca, non ne parla nessuno.

IL SACERDOTE SCOMPARSO

Furono due pellegrini peruviani a fotografarlo quella mattina in cui ill sacerdote aveva un appuntamento a cui non si presentò mai. Padre Ciciarelli non era a Medjugorje per particolari motivi di fede mariana, ma per eseguire le volontà di un suo confratello, padre Luca Cirimotic. In una località dove ogni anno si recano milioni di persone, è ovvio che il valore delle abitazioni o dei terreni edificabili sia salito a prezzi altissimi: costruire ad esempio un albergo per pellegrini diventa un business formidabile. L'unico lotto di terreno edificabile rimasto il più vicino al sentiero che porta alle colline delle apparizioni è grande circa 25mila metri quadrati e vale 800mila euro. E' nei pressi di un parcheggio ed è molto ambito. Qui padre Cirimotic voleva fosse costruito un ospizio: proprietari del terreno sono oggi, si legge sul sito Aleteia, il vescovo di Scopje in Macedonia e alcuni suoi nipoti, che vivono a Medjugorje. Una donna bosniaca che vive a Parigi aveva messo in contatto don Ciciarelli con alcuni avvocati per trattare l'affare, ma non si presentò mai all'appuntamento quel 2 agosto. L'allarme della sua sparizione venne dato solo quattro gironi dopo, da allora di lui nessuna traccia. Che siano queste le infiltrazioni camorriste di cui ha parlato Hoser? Gente pronta ad ammazzare per mettere le mani sui preziosi terreni di Medjugorje?

© Riproduzione Riservata.