BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

Iscrive ex moglie a chat erotica con foto: a giudizio per stalking/ Piacenza, minacce e aggressioni in passato

Iscrive l'ex moglie su chat erotica: marito stalker rinviato a giudizio dalla procura di Piacenza. In passato l'uomo era stato accusato di minacce e aggressioni.

Iscrive l'ex moglie su chat erotica: a giudizio Iscrive l'ex moglie su chat erotica: a giudizio

Nonostante sia passato ormai del tempo dalla separazione dalla ex moglie, un uomo di Piacenza non è riuscito ad arrendersi all’idea di aver perso per sempre la donna che credeva di amare. Per questo avrebbe deciso di rendere all’ex compagna la vita impossibile studiando il mondo per riuscirci. Un piano probabilmente realizzato con un’incredibile accuratezza al punto da credere fino alla fine di essere riuscito a farla franca. Solo un’utopia, dal momento che dopo aver iscritto, ad insaputa della ex, la donna dalla quale si era da mesi separato ad una chat erotica, è stato rinviato a giudizio per stalking dal tribunale di Piacenza. A rendere nota l’assurda storia è l’agenzia di stampa Ansa che spiega come negli ultimi tempi l’uomo avesse messo a punto un piano diabolico arrivando ad iscriverla ad un portale di incontri con tanto di nome, cognome e foto reali della ex moglie ad una chat erotica su internet.

MARITO STALKER A GIUDIZIO: I PRECEDENTI

Solo dopo aver iniziato a ricevere una serie di strani e ambigui messaggi tutti a sfondo sessuale, l’ex moglie ha iniziato a capire che era accaduto qualcosa di strano a sua insaputa. La verità purtroppo è venuta ben presto a galla e così la donna ha deciso di sporgere denuncia nei confronti dell’ex marito, scoprendo le sue responsabilità. Ma l’uomo non si era limitato solo a renderle la vita impossibile con questo “scherzetto” poco piacevole. Secondo quanto emerso dalle indagini, infatti, a quanto pare l’avrebbe anche minacciata ed aggredita in più circostanze, sia in casa che per strada. Per tale ragione il gip aveva anche emesso in passato un divieto di avvicinamento alla donna a carico dell’ex consorte violento. Al termine delle indagini preliminari, però, la procura di Piacenza ha chiesto ed ottenuto il rinvio a giudizio e per questo l’ex deluso sarà processato e toccherà a lui, questa volta, difendersi davanti al giudice delle accuse di atti persecutori, lesioni, maltrattamenti e violenza privata.

© Riproduzione Riservata.