BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Riparte il Consorzio Nova Universitas

Pubblicazione:

universitas_FN1.jpg

Un’università nuova, la cui novità consiste nel riproporre le origini del fenomeno universitario. Un recupero cioè di quell’idealità e quella autentica ricerca del spere che è stata alla base della nascita delle università medioevali. Questo lo scopo del consorzio Nova Universitas, che il 9 aprile inaugura la propria attività per l’anno 2008. Un consorzio tra diversi atenei nato nel 2005 con il preciso intento di «ricreare nel contesto presente opportunità in cui vivere lo spirito dell’Università delle origini». Nel dettaglio si tratta di una Scuola per l’Alta formazione, rivolta principalmente a giovani ricercatori, con l’intento di sviluppare progetti formativi integrati, cioè l’approfondimento di alcune problematiche scientifiche che vengono analizzate e proposte a partire da diversi punti di vista disciplinari, attraverso workshop residenziali, lezioni magistrali e seminari. Un vero e proprio network che raccoglie in questa attività di approfondimento alcuni prestigiosi atenei italiani (Università degli Studi di Milano Bicocca, Università degli Studi Federico II di Napoli, Luiss Guido Carli, Università degli Studi di Macerata, Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Catania).

L’inaugurazione dell’attività per l’anno 2008 si terrà presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Catania, e inizierà con i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Catania, Prof. Antonino Recca, e del Prof. Carlo Lauro, Presidente del Consorzio Interuniversitario Nova Universitas. Seguiranno le relazioni di Xavier Le Pichon, professore di Geodinamica al Collège de France sul tema «Science, Vérité, Raison» e di Pierpaolo Donati, professore di Sociologia all’Università degli Studi di Bologna su «Sussidiarietà, bene comune e nuovo welfare». L’incontro vuole far emergere come il Mezzogiorno abbia più che mai bisogno, per uscire dal circolo vizioso statalismo-assistenzialismo-povertà, che si verifichi il passaggio dal welfare state alla welfare society; mentre il tema della scienza in rapporto alla verità rappresenta uno dei dibattiti più presenti nell’epoca delle tecnoscienze. Tutto ciò nell’ottica di quell’interdisciplinarietà realizzata su tematiche centrali della riflessione e dell’attualità culturale, che il Consorzio vuole favorire nell’alta formazione delle Università italiane.



© Riproduzione Riservata.