BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SINDONE/ David Rolfe (BBC): gli scienziati di Repubblica hanno torto

Pubblicazione:

sacrasindoneR375_06ott09.jpg

Documentarista e grande appassionato di storia, David Rolfe lavora per l’azienda di produzione audiovisiva inglese “Performancefilms” per la quale ha realizzato centinaia di lungometraggi. Nel 1976 girò “The silent witness”, Il testimone silenzioso. Un documentario che aveva per oggetto la Sacra Sindone di Torino e per il quale è stato insignito del British Academy Award. Nel 2008 ha realizzato un nuovo documentario per la BBC che rimette in discussione le conclusioni del 1988 cui erano giunte le commissioni di studio sulla reliquia. Ilsussidiario.net lo ha intervistato in merito alle presunte dichiarazioni di alcuni membri del Cicap che, in un’intervista ospitata sul quotidiano La Repubblica, sostengono di essere riusciti a dimostrare come la Sindone altro non sia che un falso medievale  

 

Dottor Rolfe, che cosa l’ha spinta a realizzare il suo documentario sulla Sindone per la BBC?

 

Fin dalla prima giovinezza ho avuto un profondissimo interesse per tutto quello che circonda la Sacra Sindone. Un interesse che ha potuto concretizzarsi nel lavoro che realizzai nel 1976, quando portai a compimento il mio primo documentario sull’argomento. Si trattò di un lavoro che ebbe riscontri planetari per il quale vinsi il British Academy Award. La mia passione per gli studi sindonologici non è mai cessata. Prendendo contatto con i responsabili del Centro Internazionale degli studi sulla Sindone ho avuto il permesso e la grande fortuna di realizzare un secondo documentario che la BBC è stata a sua volta ben contenta di trasmettere.

 

In Italia ha suscitato scalpore un articolo apparso su uno dei maggiori quotidiani nazionali che mette in dubbio l’autenticità della Sindone definendola un manufatto medievale. Per come si conoscono le cose è possibile affermare una cosa simile?

 

Ho avuto anch’io, qui in Inghilterra, la possibilità di dare un’occhiata all’articolo e devo dire che la pretesa di quegli scienziati di aver scoperto un possibile metodo utilizzato dai medievali per creare un falso è totalmente errata. Vorrei dire due cose a riguardo. In primo luogo da quando venne realizzato il famoso esame del C14 in molti si sono sbizzarriti a pensare le più diverse ipotesi sulla creazione della Sindone. Nel tempo l’opinione di molte persone si è fortificata nel convincimento che si tratti di un artefatto medievale. In effetti, alla prova del C14 le possibilità che si trattasse di un reperto del medioevo erano molte. Ma il mio film dimostra come invece ci siano parecchie incoerenze storiche e parecchie prove dell’esistenza della Sindone prima della data riportata dall’esame.

La seconda osservazione è che lo stesso professor Christopher Bronk Ramsey dell’università di Oxford, che ha condotto il test del carbonio 14 vent’anni fa, ha dichiarato che l’argomento deve essere riesaminato per gli innumerevoli fattori chimico fisici che possono aver influenzato la resa del test.

 

CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA, CLICCA SUL NUMERO "2" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
07/10/2009 - I limiti degli scienziati del cicap... (Roberto Bera)

..sono della loro definizione di scienza. Prendono in considerazione solo le scienze fisico-chimiche trascurando la storia, la psicologia, l'arte... Se la sindone fosse medioevale aprirebbe degli interrogativi ancor maggiori. Perchè mai i falsari avrebbero messo i chiodi ai polsi, correttamente secondo la fisiologia, quando le rappresentazioni iconografiche e le stimmate di S.Francesco e altri mistici erano sulle mani? (Se falso deve essere sia un falso di Lombroso non di Leonardo...) Comunque quello che trovo sgradevole in certi scienziati e voler dare tutte le ragioni "semplicemente". Ritengo più scientifico lasciare qualche argomento non ancora completamente spiegato.