BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERATURA/ Ol’ga Sedakova: la poesia in difesa della ragione

Pubblicazione:

sedakovaR375_11nov09.jpg

Proprio per questo il poeta, quando è vero poeta, è modello e maestro di questa ricerca sapienziale. Così come lo sono Dante Alighieri, protagonista del primo saggio del libro e Boris Pasternak lettore di Goethe che è trattato nel secondo.

E di poeti autentici c’è molto bisogno; proprio per difendere la ragione. Presentando il suo volume all’Università Cattolica di Milano qualche giorno fa, Ol’ga Sedakova ha raccontato di aver visto in Germania una interessante galleria di ritratti di letterati; mentre quelli del Settecento appaiono come uomini maturi e certi della loro ragione illuminista, quelli del secolo successivo appaiono come giovani romantici, sognatori e un po’ svagati; quelli del Novecento hanno invece il volto tipico degli adolescenti arrabbiati coi genitori e con la vita tutta. I nostri contemporanei, infine, assomigliano a dei bambini piccoli piccoli, che non sono ancora capaci di fare niente. È evidente la traiettoria regressiva di una ragione presuntuosa. Ma non è la fine; ha detto con determinazione la Sedakova. Molte volte nella storia si è pronosticata la fine della civiltà, ma in realtà essa prosegue, sempre e sorprendentemente. E solo il poeta, il sapiente, ne coglie lo sviluppo; e lo sa collegare con l’immensa eredità del passato.

 

(Carlo Picozzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.