BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COMUNISMO/ Solzenicyn e l’uomo nuovo: il libro che ha cambiato la coscienza dei russi

Pubblicazione:

urssR375_27nov09.jpg

 

Uno degli ultimi progetti di Solzenicyn, che dagli anni dell’esilio si era dedicato a un gigantesco lavoro per riportare alla luce la verità storica, è la monumentale «Storia della Russia nel XX secolo» (oltre 2000 pagine in due volumi), che ha finalmente visto la luce a Mosca.

L’opera è stata presentata il 16 novembre al Centro Culturale «Biblioteca dello Spirito» di Mosca dal redattore responsabile Andrej Zubov, docente dell’Università MGIMO, e da uno dei 45 autori che hanno partecipato al progetto, padre Georgij Mitrofanov, decano dell’Accademia teologica di San Pietroburgo.

Che cos’ha di speciale questa pubblicazione rispetto alla messe di libri di storia contemporanea usciti finora, in Russia e all’estero? Il fulmineo esaurirsi della prima tiratura (5.000 copie), nonostante la mole e il costo dell’opera, e la partecipazione massiccia del pubblico alla presentazione sono dati eloquenti circa l’interesse che desta fra i lettori. Anche la partecipazione di un collettivo di ben 45 storici all’opera (lo stesso Solzenicyn aveva stilato l’indice e l’elenco degli autori, e nessuno di essi ha rifiutato), è indicativa dell’impegno e del respiro di quest’opera. Un dato interessante: tre autori hanno chiesto di mantenere l’anonimato – ha detto Zubov nel corso della presentazione – perché il testo ha visto la luce in un momento non facile per la verità storica, all’indomani dell’istituzione della commissione governativa «contro le falsificazioni storiche ai danni degli interessi dello Stato».

Un atto di responsabilità civile e morale, dunque, da parte di autori e lettori, secondo la tradizione della grande cultura russa in epoca sovietica; i due autori l’hanno definita la «prima versione anticomunista di grande respiro della storia russa del XX secolo», una «rivisitazione critica e “contrita” del corso della storia russa», ha sottolineato padre Mitrofanov.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >