BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CARRON/ 9. Buttiglione: l’individualismo uccide la nostra libertà

Pubblicazione:

rocco_buttiglione_R375.jpg



La presenza del male viene riconosciuta e presa sul serio come mai da nessuno prima. È così forte il male del mondo che esso chiede il sacrificio della vita del Figlio di Dio. Tuttavia il male non ha l’ultima parola: Cristo è risorto e ha vinto la forza del male. Ciò che sostiene davanti alla presenza del male è la forza della sua presenza che vince il mondo. Da qui nasce la possibilità del perdono per se stessi per gli altri.

Prima di qualunque teoria il cristianesimo è l’esperienza di questa forza che entra nella vita. Non è prima di tutto una risposta alla domanda sul perché del male nel mondo. È una forza che consente di attraversare il male del mondo senza esserne travolti. Nella tradizione cattolica questa forza si chiama grazia.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
29/12/2009 - grazie Rocco (attilio sangiani)

ti ringrazio perchè con questo scritto esprimi al meglio il lascito culturale e spirituale di due grandi maestri: Augusto Del Noce ( di cui domani,30 dicembre,cade l'anniversario della morte ) e don Giussani.