BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TE DEUM/ Quell’inno che faceva tremare il cuore anche ai "mangiapreti" Napoleone e Garibaldi

Pubblicazione:

tedeumR375_30dic09.jpg

 

 

Noi crediamo che verrai a giudicare.

Allora Ti preghiamo: soccorri i tuoi servi

che hai redenti con il Tuo sangue prezioso

e fa che si riuniscano nel numero dei tuoi Santi.

Salva il tuo popolo, Signore,

e benedici la tua eredità.

Guida i tuoi servi,

e conducili nell’Eternità.

Ogni giorno Ti benediciamo,

in eterno lodiamo il Tuo nome.

Degnati, o Signore, in questa giornata

di custodirci senza peccato.

Pietà di noi, Signore,

pietà di noi.

Sia sempre su di noi, Signore, la Tua misericordia,

dato che abbiamo sperato in Te.

In Te, Signore, ho sperato:

che io non sia confuso in eterno.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
02/01/2010 - Te Deum (Lindo Caprino)

Chissà se tutte quelle personalità avrebbero chiesto così tante volte il "Te Deum" se questo fosse stato cantato, come ora, in lingua volgare?