BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ARTE/ A Milano tecnologia e memoria si uniscono per creare nuove suggestioni

Pubblicazione:

Desiderio_di_casa_120x100R400.jpg

Un’ atmosfera che rievoca scenari da America profonda, alla McCarthy, anche se l’artista non vi si è ispirato direttamente. Ma non esclude suggestioni letterarie o cinematografiche: “Le mie opere sono un insieme di soggetti, di ricordi, di situazioni vissute da me ma anche lette, viste in un film, in una foto su internet. Senza la velocità di pensiero possibile con le nuove tecnologie farei molta più fatica ad arrivare all'idea finale, la possibilità di vedere immagini, video e spezzoni di film mi sono di grande aiuto”.

In questo senso l’attività di Gastaldo si inserisce nel tema della collettiva, che si presenta come una riflessione sul mutamento sociale che sta modificando le modalità d’informazione e di sviluppo del pensiero umano, un cambiamento che inevitabilmente tocca anche l’arte.

Le forme di espressione presenti in mostra spaziano dalla pittura alla videoarte, passando per insolite “sculture” che trasformano le icone dei nostri tempi in testimonial di prodotti di consumo, o che rivisitano con pungente ironia alcuni classici dell’arte. Dodici gli artisti esposti (oltre a Luca Gastaldo ricordiamo Alterazioni Video, Bros, Massimo Caccia, Francesco De Molfetta, Manuel Felisi, Andrea Francolino, Fabio Giampietro, Daniele Giunta, Massimo Gurnari, Matteo Negri, Troilo), per un’iniziativa votata al sociale: acquistando nel punto vendita allestito al termine della mostra si contribuisce infatti alla raccolta fondi per la Fondazione Stefano Borgonovo Onlus, che si occupa dei malati affetti da SLA.

Pensiero Fluido
Spazio Oberdan, Viale Vittorio Veneto 2, Milano
7 ottobre - 7 novembre 2010
tutti i giorni ore 10-19.30
martedì e giovedì fino alle 22
chiuso il lunedì. Ingresso libero.

(Anna Colombo)
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.