BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALIA A RISCHIO/ Dal nord al sud, il vastissimo patrimonio artistico italiano è in pericolo. Una mappatura

Pubblicazione:

colosseo_R400.jpg



Con il passaggio del tram, poi, le torri sono a rischio crollo: “Il centro di Bologna non è sano né robusto, ma fragile. La questione dei danni agli edifici è seria e va presa seriamente in considerazione”.

FIRENZE – E’ costantemente monitorata ma la grande e straordinaria cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze è al centro di preoccupazioni per la sua stessa stabilità. L’incredibile opera architettonica di Filippo Brunelleschi non può più infatti affidarsi a interventi straordinari, ha bisogno di un intervento decisivo. Il problema maggiore è l’allarme stabilità, c’è il rischio effettivo di un crollo della struttura.

Sempre a Firenze, a rischio anche il convento di Sant’Orsola, fondato nel 1309 come piccolo convento femminile satellite rispetto alla chiesa di San Lorenzo e dove si dice sia sepolta la leggendaria Monna Lisa ritratta da Leonardo.

ROMA – Scendendo a sud, si arriva nella città eterna, probabilmente il più esteso centro di siti archeologici d’Italia e del mondo. Qui i motivi di preoccupazione sono tanti, visto la ricchezza del patrimonio artistico. Su tutti, vista la mole, il grandioso Colosseo, una delle meraviglie del mondo. Gli agenti atmosferici sono una delle preoccupazioni più grandi: gli edifici non sono adeguatamente coperti e in caso di piogge, l’acqua vi scorre abbondante all’interno.

Per il Colosseo, intanto, è previsto un intervento del valore di ben 25 milioni di euro. La preoccupazione poi è anche di ordine pratico: il venerabile Beda, già nel VII secolo ammoniva: “Finché esisterà il Colosseo, esisterà anche Roma; quando cadrà il Colosseo, cadrà anche Roma; quando cadrà Roma, cadrà anche il mondo”. E pensare che allora il Colosseo erra considerato una cava di marmo e travertino da esportare e usare per nuove costruzioni.



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE LA MAPPATURA DEL PATRIMONIO ARTISTICO ITALIANO A RISCHIO

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >