BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALIA A RISCHIO/ Dal nord al sud, il vastissimo patrimonio artistico italiano è in pericolo. Una mappatura

Pubblicazione:

colosseo_R400.jpg



Non solo: spiega Mimmo Stella, presidente del Comitato civico: “Abbiamo avuto enormi difficoltà a raggiungere il sito archeologico in quanto la strada di accesso prima esistente, oggi è scomparsa, e l’intera area è invasa da alte sterpaglie. Lo scenario di abbandono e di precarietà delle strutture murarie di età romana è davvero allarmante e desolante, vi sono crolli diffusi nelle coperture operate negli anni scorsi dalla Soprintendenza archeologica che servivano a preservare gli stessi scavi e che ora ricoprono in parte le aree messe in luce negli anni scorsi”.

In Puglia sono considerate a rischio le colonne doriche di Taranto e sempre a Taranto l’acquedotto di Nynphalis.

ABRUZZO –
Tornando un po’ al centro nord, l’Abruzzo, regione continuamente sottoposta a eventi sismici tra cui quello drammatico di recente accadimento, è ovviamente ad alto rischio. In Abruzzo si trova lo straordinario complesso di Alba Fucens, antichissima città originariamente fondata dagli Equi, popolazione locale che combattè aspramente contro i conquistatori romani, poi diventata ricca colonia romana.

Il problema è che qui non si sono mai effettuati lavori e scavi programmati, tanto che recentemente sono venuti alla luce nuovi reperti murari di grande interesse grazie agli scavi per la palificazione dei un elettrodotto verso Paterno. Altra zona di alto interesse archeologico d’Abruzzo è quella sita nei pressi di Collelongo, nota come Amplero. Qui si sono trovati resti di villaggio dell’età del bronzo divenuto poi città ai tempi dell’impero romano.
 

Nel corso degli anni sono stati portati alla luce un santuario e una autentica zona abitata con tanto di necropoli. Tutte zone che il recente terremoto ha messo a rischio e che necessitano di interventi di protezione e ristrutturazione.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.