BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Gotti Tedeschi: così Benedetto sfida il relativismo e difende la ragione

Pubblicazione:

Benedetto XVI (Ansa)  Benedetto XVI (Ansa)

«La sacralità della vita. Dirò di più: la centralità economica della vita. È il mio chiodo fisso: se la vita non c’è, cioè se non nascono figli, lei capisce perfettamente che la crescita economica è unicamente dovuta al fatto che le persone che vivono - e che non crescono - consumino di più. Ma se la popolazione non cresce, i costi sociali sono destinati ad aumentare e con essi le tasse, che compensano la crescita dei costi fissi. Non potendo guadagnare di più del costo dei consumi, le persone come si soddisfano? Col debito. Ecco il paradosso che la gente non vuol capire. È anche il paradosso della razionalità della morale: che in questo è perfettamente “cartesiana”».

 

Perché la definisce cartesiana?

 

«Ma perché il misconoscimento della natura è “cartesiano” nella sua inesorabile consequenzialità».

 

La sua tesi sulla crisi è nota. Gli economisti la rimproverano di fare considerazioni di carattere morale e non economico.

 

«Sa cosa rispondo? Di carattere morale sì, ma la morale è razionale: lo dimostra il fatto che contraddicendo a queste leggi che voi chiamate “morali”, dando a questo termine un’accezione puramente soggettivistica, e che sono invece razionali, avete distrutto il ciclo dell’economia nel mondo occidentale. Col risultato che siamo diventati tutti più poveri».

 

Chi ha minato il riconoscimento che la morale - come lei dice - è logica?

 

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
25/11/2010 - Tornare a scuola per crescere,giovani e vecchi! (luisella martin)

Purtroppo, pur provenendo da una famiglia di ragionieri,non capisco niente di economia,finanza,ecc.Ho letto queste frasi nell'articolo:"...e con essi le tasse che compensano la crescita dei costi fissi"-"Non potendo guadagnare di più del costo dei consumi..."-"L'uomo economico ha trasformato il mezzo in fine"-e non le ho capite. Anche l'ultima enciclica del Papa é difficile per me da capire davvero. Perché Gotti Tedeschi non scrive un libro in cui spiega,con parole e disegni elementari,il mondo del mercato e dell'economia? Credo che molte altre persone siano,come me,"digiune"sull'argomento e mi rendo conto che spiegare le cose a chi non le sa,é molto difficile,per questo mi rivolgo ad una persona di competenze elevate! In questo modo molte persone come me capirebbero davvero l'eventuale necessità di cambiare comportamenti.Se il presidente non può farlo,troverà certamente giovani(uomini e donne)capaci e preparati,disposti a donare le loro conoscenze.Per un cristianesimo fatto di uomini e donne sempre più razionali "Ip-Ip-Urrah"!