BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SAN GIUSEPPE/ La figura d’uomo più povera e più bella del cristianesimo

Pubblicazione:

giuseppe_sanR375.jpg

Proteggi, o provvido Custode della divina Famiglia, l’eletta prole di Gesù Cristo; allontana da noi, o Padre amantissimo, la peste di errori e di vizi che ammorba il mondo; assistici propizio dal cielo in questa lotta con il potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore; e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del bambino Gesù, così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità; e stendi ognora sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché a tuo esempio e mediante il tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere, piamente morire, e conseguire l’eterna beatitudine in cielo”.

 

L’iconografia raffigura spesso san Giuseppe con i tratti di un uomo anziano. Il fondamento biblico sta nelle figure che hanno generato figli in vecchiaia, dopo una vita sterile, come Abramo e Zaccaria,  proprio per sottolineare che il dono della paternità viene da Dio. Ben più solido e significativo questo argomento di quello che riconduce a un comprensibile rispetto per la verginità di Maria. Lo sottolinea don Giussani in un breve passaggio:

 

“San Giuseppe è la più bella figura d’uomo concepibile che il cristianesimo ha realizzato. Era un uomo come tutti gli altri, aveva il peccato originale. Pensate che razza di distanza profonda viveva nella vicinanza assoluta che aveva con Maria. La vocazione alla verginità è un possesso con un distacco dentro, dove la forza del rapporto amoroso è tutta concentrata e resa visibile nel dolore che c’è, dove ciò che veramente è l’amore si sente, incomincia già: è come un’alba. Non un buco o una separazione: è dolore, perché il rapporto, lì, diventa più drammatico. San Giuseppe ha vissuto come tutti: non c’è una parola sua, non c’è niente; più povera di così una figura non può essere”.

  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
19/03/2010 - Preghiera bellissima (Patrizia Tiberio)

Grazie perchè scrivendola, mi avete dato la possibilità di recitarla la preghiera a San Giuseppe, oggi che è la Sua festa e... regalerò anche dei bignè alla mia famiglia. E' una preghiera bellissima perchè narra una storia che arriva fino alla conclusione della vita, la nostra. Auguri a titti i Giuseppe e Giuseppina!

 
19/03/2010 - Un bravo papà! (claudia mazzola)

San Giuseppe ha insegnato a Gesù a dare forma al legno, così il Signore modella i nostri errori.