BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISASTRO LAMBRO/ Il "fiume sommerso" è la nostra ombra

Pubblicazione:

Lambro_R375.jpg

 

Anche il sito della Lombarda Petroli è, da molti anni, uno di questi. Una grossa area a ridosso della ferrovia, nata accanto al borgo storico di Villasanta, vicinissima all’attuale Parco di Monza. Su di essa era previsto il progetto di Ecocity: un intervento che prevede, attorno ad una grande piazza con servizi, delle residenze e delle attività produttive.

 

In tutta la provincia di Milano in questi anni milioni di metri quadrati sono investiti da progetti che, come questo, hanno a che fare con la trasformazione postindustriale di questi territori.

 

Così come è sempre stato nella storia, in presenza dei migliori cambiamenti, tale ricostruzione dovrebbe prendere avvio, originarsi, trovare la sua fonte, nelle molte presenze d’acqua: fontanili, rogge, fiumi.

 

È un lavoro che apparentemente contraddice l’attuale funzionamento della progettazione e pianificazione urbanistica, architettonica e ingegneristica. Che richiede una forma di ascolto e rispetto di una presenza (quella delle acque) tanto rilevante quanto in qualche modo silenziosa e invisibile.

 

Rispetto ai temi dell’Expo 2015, Carlo Petrini ha affermato che questo evento avrà successo se il fiume Lambro verrà totalmente risanato. Se tornerà ad essere bello, pulito, attraente e luminoso. Altrimenti, potremmo dire che avrà fallito. E la sfida è stata raccolta da Roberto Formigoni.

 

CLICCA IL PULSANTE >> PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELL'ARTICOLO SUL LAMBRO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >