BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IN MOSTRA/ "Di Fango e d'Oro": dalle baraccopoli all'alta finanza, andata e ritorno

Pubblicazione:

fazendasR375.jpg

Non si potevano riassumere meglio vent’anni di lavoro e di incontri. Sprofondando nel fango della violenza, dell’esclusione, in questo fango umano che è nostro, i volontari di Punto Cuore vi hanno trovato l’oro nei gesti di amore indescrivibili, di amicizia fedele e nella profonda dignità dell’essere umano. L’associazione Punto Cuore è presente in Italia con le sue due sedi di Afragola, dove svolge un lavoro sociale capillare fatto di visite alle famiglie in due rioni, senza trascurare le attività quotidiane di tipo oratoriale per una cinquantina di bambini.


La General Electric Capital Solutions, che sostiene queste azioni da un anno, ha invitato l’associazione Punto Cuore a presentare la mostra nei suoi locali. Gesto di posizionamento “sociale”? Semplice altruismo? Vince piuttosto per i partner la convinzione che i due mondi, profit e no-profit, abbiano bisogno l’uno dell’altro molto di più di quanto non immaginino.


Il no-profit deve imparare dal mondo del profit la sua professionalità, la sua serietà, i suoi metodi di razionalizzazione e la sua tenacia a raggiungere obiettivi precisi. Se non lo fa, il suo lavoro è condannato al dilettantismo, che alla fine non serve, o poco, alle persone che si rivolgono a lui. D’altronde, se è chiaro che il no-profit vive anche grazie al sostegno del profit, quest’ultimo a sua volta ha bisogno di riscoprire la sua dimensione e la sua cultura della gratuità umana attraverso il no-profit. Nessun uomo può lavorare avendo come unico orizzonte il guadagno e l’utilità. Se così fosse, il suo lavoro perderebbe velocemente in efficacia e senso, per arrivare in alcuni casi all’assurdo (come testimonia la recente crisi finanziaria).

 

 

Se Punto Cuore presenta dunque la mostra e l’inaugura con la tavola rotonda “La gratuità, chiave del no-profit… e del profit?”, è perché si è resa protagonista di un viaggio dalle baraccopoli al mondo della finanza. A conclusione di questo viaggio, sia il profit che il no-profit possono ritornare con un nuovo impeto alle loro rispettive funzioni, perché hanno riscoperto il vero tesoro che li accomuna: l’umanità.

 

(di Jean-Marie Porté)

 


PER LE INFORMAZIONI RELATIVE ALLA MOSTRA DI FANGO E D'ORO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >