BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AGOSTINO/ 'Ama e fa' ciò che vuoi'. Il santo "torna" a Roma e interroga il cuore dell’uomo

Pubblicazione:

Vittore Carpaccio (1450-1526), Visione di S. Agostino  Vittore Carpaccio (1450-1526), Visione di S. Agostino

Quella di sant’Agostino è una singolare figura di intellettuale, che al termine della vita ha il coraggio di pubblicare una revisione dei propri testi (le “Ritrattazioni”), indicandone gli errori. “Umiltà” è la parola degli ultimi anni di vita. Il percorso della mostra romana termina con una suggestiva rievocazione di Agostino attraverso la lettura dal vivo dei suoi scritti da parte di giovani attori non professionisti e con le immagini (appositamente realizzate) dei particolari dell’Arca del Santo scolpita dal pisano Giovanni di Balduccio nel 1362.

 

Quando scrive le “Confessioni” Agostino è un uomo maturo e decide di iniziare il racconto della sua vita con una frase che riassume il suo percorso: “Ci hai fatto per Te, Signore, e il nostro cuore è inquieto finché non riposa in Te” (Confessioni I, 1, 1). Questa affermazione da sempre interroga chi incontra Agostino. Ma dove incontrare Agostino oggi? Non è difficile. Nei suoi scritti, innanzitutto, e nella Chiesa che attraverso il suo Magistero ci rende Agostino contemporaneo, come ha fatto recentemente Benedetto XVI nelle sue catechesi. E poi a Pavia, dove sono conservate le sue spoglie da quando nel 718 il re longobardo Liutprando le fece trasportare da Cagliari (dove erano in pericolo per le invasioni saracene) alla basilica di S. Pietro in Ciel d’Oro.

 

La mostra è organizzata dal Comune di Pavia, con la Provincia di Pavia , il Comune di Roma e il Centro Culturale di Roma, in collaborazione con la Provincia agostiniana d’Italia, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l’Ufficio Catechistico del Vicariato di Roma. Costituisce la prima tappa di una serie di iniziative agostiniane che avranno il loro culmine nel prossimo autunno a Pavia.

 

[Sant’Agostino. Si conosce solo ciò che si ama. Roma, Biblioteca Angelica, piazza Sant’Agostino, 4-16 maggio. Dalle ore 10.30 alle ore 18.30. Sabato 15 dalle ore 10.30 alle ore 2.00 di notte. Domenica 16 apertura fino alle 14]

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.