BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEETING/ Weiler (NY University): i sei ingredienti che creano un successo di fede e ragione

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

5 - Gratuità. Viviamo in un periodo in cui la semplice celebrazione dell’uomo come essere creato a immagine di Dio è stata confusa con una celebrazione dell’ego e dell’“io” prima di tutto. È sorprendente, e sorprendentemente edificante, assistere all’enorme successo di ogni edizione del Meeting, se si pensa che gran parte di quel successo è dovuta alle migliaia di volontari che si offrono disinteressatamente per svolgere qualsiasi servizio, dalla gestione delle cucine all’accoglienza degli ospiti, al servire a tavola, riuscendo in generale a far sì che il Meeting funzioni impeccabilmente, come se si stesse svolgendo a Ginevra piuttosto che a Rimini.

 

6 - L’ingrediente segreto. L’ingrediente segreto, infine, è lo spirito di don Giussani che continua ad aleggiare sull’intero evento, rianimato dal suo successore, don Carrón. Questo non si può cogliere dalla stampa, che in fondo si interessa soltanto a tutto ciò che fa notizia, spesso con accenti un po’ polemici.

 

Giussani, nella seconda fase del suo insegnamento, non solo ha insistito sul fatto che la politica non potrà mai essere al primo posto, ma ha sempre detto che la vita spirituale dell’uomo di fede non è radicata semplicemente nella ragione, ma in una reale coscienza della Presenza. La fede non è solo un fatto cognitivo, ma anche, e soprattutto, sperimentale. E così è anche per il Meeting: va sperimentato, vissuto, per cogliere la sua piena e straordinaria combinazione di vitalità e gravitas.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.