BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ARTE/ "Tota pulchra": dalla bellezza di Maria alla pietà del popolo cristiano

Pubblicazione:

Silvia Salvadori, riproduzione di Sandro Botticelli, Madonna del libro (1480-81)  Silvia Salvadori, riproduzione di Sandro Botticelli, Madonna del libro (1480-81)

 

Anche in un’altra delle linee maestre di sviluppo della pietà mariana tardomedievale, quella che si dipana intorno alla contemplazione dei misteri della Madonna del Rosario, la funzione assicurativa e di tutela a favore del guadagno di grazie, dell’accumulo di indulgenze e in vista di una buona morte finì con il prendere il sopravvento sugli aspetti più intellettuali della pratica meditativa introdotta dalla lettura dei testi di pietà e dalla visione delle loro immagini evocative.

 

Le corone per il computo delle rose di preghiera offerte a Maria secondo la loro precisa scansione litanica divennero un’àncora di salvezza alla quale aggrapparsi, e anche nell’iconografia le si poté rappresentare come una catena capace di sollevare verso il cielo chi aveva più bisogno di aiuto, soprattutto quando l’immagine della Madonna del Rosario cominciò a essere avvicinata a quella delle anime purganti, bruciate dal desiderio di essere liberate dalle loro (redimibili) pene purificatrici.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.