BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ La riscoperta della tradizione cristiana nella conversione di Adriano V

Pubblicazione:

Dante incontra gli avidi, tra cui Adriano V (Illustrazione di Gustavo Dorè)  Dante incontra gli avidi, tra cui Adriano V (Illustrazione di Gustavo Dorè)

Per tutta la sua vita era stato dominato da quella cattiva ambizione che fa bramare sopra ogni cosa il potere mondano e, una volta giunto alla carica suprema che allora si potesse desiderare, comprese l’illusione costituita dal successo di tutti i passi della sua carriera ecclesiastica. Fu lì, al vertice dello scopo che si era prefisso, che scoprì che il suo cuore non era appagato e desiderò finalmente l’amore di Dio che solo rende felici. Percorso singolare, ma quanto vicino a quello di molti uomini, come mostra il salmo 118, non a caso citato poco sopra nel testo dantesco:

 

La mia anima aderisce alla polvere, dammi vita secondo la tua parola.

Ti ho manifestato le mie vie e mi hai risposto; insegnami i tuoi voleri.

Fammi conoscere la via dei tuoi precetti e mediterò i tuoi prodigi.

Io piango nella tristezza; sollevami secondo la tua promessa.

Tieni lontana da me la via della menzogna, fammi dono della tua legge.

Ho scelto la via della giustizia, mi sono proposto i tuoi giudizi.

Ho aderito ai tuoi insegnamenti, Signore, che io non resti confuso.

Corro per la via dei tuoi comandamenti, perché hai dilatato il mio cuore.

 

È solo un invito a confrontare quante parole nei due testi si rincorrano. Nella tradizione cristiana sono riposti tanti tesori, che talvolta è dato di riscoprire.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.