BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTA TECLA/ Le "foto" di Giovanni e Andrea confermano i Vangeli

Pubblicazione:

Catacombe di S. Tecla, Roma. Particolare  Catacombe di S. Tecla, Roma. Particolare

Giovanni e Andrea furono i primi discepoli di Gesù. Secondo il Vangelo di Giovanni, un pomeriggio, mentre stavano con Giovanni Battista, videro passare Gesù e il Battista lo indicò loro con le parole che la liturgia abitualmente ci fa ripetere: «Ecco l’Agnello di Dio». I due futuri apostoli seguono Gesù per un tratto di strada; Gesù si rivolge a loro chiedendo che cosa vogliono, e alla loro risposta segue l’invito a venire con lui. La decisione di seguirlo è immediata. Poi gli avvenimenti sembrano assumere un ritmo incalzante: «Essi dunque andarono, videro dove abitava e stettero con lui quel giorno».

 

Nessun accenno a quello che si dissero e a come trascorsero l’arco di quel pomeriggio. Ma l’impressione suscitata dal Maestro fu tale, che essi decisero non solo di rimanere con lui, ma di condividere questa notizia anche coi loro amici e parenti. E fu talmente grande l’impatto di questo incontro, che l’evangelista ritenne opportuno registrare (cosa abbastanza inconsueta, se non nel caso di avvenimenti di grande importanza) anche il momento preciso della giornata in cui esso avvenne: «Era circa l’ora decima» (cioè le quattro del pomeriggio).

 

Di questi due personaggi è venuto alla luce recentemente il ritratto più antico che ci sia giunto. Si tratta di una rappresentazione recuperata, grazie a un lungo lavoro eseguito con tecniche d’avanguardia, nelle Catacombe di Santa Tecla, un sito non aperto al pubblico che si trova sotto un palazzo di Roma. Le stesse catacombe già ci avevano restituito immagini antichissime di S. Pietro e S. Paolo. Il prezioso reperto risale alla metà del IV secolo. L’importanza di questa scoperta è stata già ampiamente sottolineata dalla stampa: vorrei aggiungere qui l’impressione di chi, pur non essendo specialista di archeologia o di arte cristiana, percepisce il rilievo di questo avvenimento anche dal punto di vista della fede. Vorrei brevemente notare tre punti.

 

Clicca >> qui sotto per continuare l’articolo

  



  PAG. SUCC. >