BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTA TECLA/ Le "foto" di Giovanni e Andrea confermano i Vangeli

Pubblicazione:

Catacombe di S. Tecla, Roma. Particolare  Catacombe di S. Tecla, Roma. Particolare

 

Facendo un ulteriore passaggio, le ultime scoperte confermano che la vita e la cultura della Chiesa primitiva nasce e ruota attorno ai Vangeli canonici, dei quali viene ribadito il ruolo di fonte primaria: ciò mostra il carattere spregiudicato e sostanzialmente ascientifico delle ricerche di quanti hanno ritenuto, anche recentemente, di trovare dati utili per la biografia di Gesù e per la conoscenza della Chiesa primitiva nei testi non canonici, nati (spesso in ambienti gnostici) non con lo scopo di fare conoscere la figura e le parola di Gesù, ma con intenti ostili o faziosi, spesso per dimostrare determinate tesi aprioristiche, e comunque estranei a qualsiasi interesse storico.

 

Questo naturalmente non risolve i problemi della fede, perché nessuna lettura dei Vangeli può fare a meno della fede: ma la fede è chiamata a pronunziarsi sulla base di documenti saldamente ancorati alla storia che hanno tutti i crismi del racconto fedele e imparziale, in una parola della fonte storica affidabile. Aggiungiamo ancora, di una fonte storica che gode di numerosi privilegi, perché di nessun testo scritto dell’antichità abbiamo una documentazione neppure lontanamente paragonabile (qualitativamente e quantitativamente) a quella del Nuovo Testamento: manoscritti copiati accuratamente e pervenuti in quantità notevolissime, trascritti magari a pochi decenni o addirittura a pochi anni di distanza dagli originali, mentre per gli altri scritti dell’antichità greco-romana è normale che la distanza che passa tra la redazione del testo e le prime copie pervenute sia superiore al millennio ed è frequente che la documentazione testuale sia limitata e sfigurata da guasti.

 

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.