BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SENSO RELIGIOSO/ Farouq: io, musulmano, seguo la "rivoluzione" del cuore di don Giussani

Pubblicazione:

Don Luigi Giussani  Don Luigi Giussani

«Il senso religioso di don Giussani è importante per chi vive in Egitto perché ci ha insegnato un metodo più utile anche del dialogo. L’idea per esempio di parlare di Dio a partire dai capolavori della poesia, dalla musica, della narrativa, mi ha colpito fin da subito. E ogni volta che qui al Cairo applico il metodo di don Giussani, ho la conferma pratica del fatto che è quello giusto». Ad affermarlo è Wael Farouq, musulmano, professore di Lingua araba all'American University del Cairo. Farouq ha letto per la prima volta Il senso religioso in inglese dieci anni fa, e lo ha quindi presentato quando nel 2007 è stato tradotto in arabo. Un’osservazione tutt’altro che scontata, quella di Farouq, se si pensa che per esempio nessuno nel mondo islamico finora ha mai osato applicare la critica letteraria al Corano.

Professor Farouq, perché Il senso religioso può essere importante anche per un musulmano?
 
L’importanza del Senso religioso non è soltanto legata alle sue idee, ma innanzitutto al metodo utilizzato da don Giussani nel presentarle. Di qualsiasi cosa parli, lo fa sempre utilizzando la poesia, la letteratura, i commenti sulla musica e la pittura. Questa idea dell’importanza della bellezza come un linguaggio comune tra tutti gli esseri umani, ha ispirato fin da subito me e gli altri miei amici con cui ho organizzato il Meeting del Cairo dello scorso ottobre. Che non a caso abbiamo intitolato «Bellezza, lo spazio del dialogo». E così, quando è stata attaccata la chiesa di Alessandria d’Egitto, a Capodanno, per esprimere la nostra indignazione abbiamo pensato di organizzare un concerto di musica classica. Quelli espressi da don Giussani non sono soltanto dei concetti, ma qualcosa che si può applicare nella vita di tutti i giorni, e ogni volta che lo facciamo diventiamo più certi del fatto che è la strada da seguire.

Un modo quindi per incoraggiare il dialogo…
 



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
25/01/2011 - Una proposta (Antonio Servadio)

Ben appunto è nel Cristianesimo che i "valori divini" prendono concretamente "la forma di un essere umano": nella persona di Gesù. Come sarebbe bello poter trovare questo stesso articolo, in questa stessa pagina, anche nella lingua del Sig. Farouq. A maggior ragione se consideriamo che gli immigrati di lingua araba presenti in Italia, e soprattutto gli egiziani, sono presenti in una significativa percentuale.