BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ARTE/ La felicità? Il prodigio della "guerra" tra Picasso e Matisse

Pubblicazione:

Henri Matisse, Madame Matisse à la raie verte, 1905 (immagine d'archivio)  Henri Matisse, Madame Matisse à la raie verte, 1905 (immagine d'archivio)

Matisse e Picasso sembrano agire liberi da ogni soggettivismo, guidati da un’istintività positiva come sgomberata da ogni problematicismo che li porta a produrre opere a raffica, con una felicità che ancora oggi affascina e sorprende. Non è un caso che una delle opere più famose di Matisse entrata nella collezione Stein nel 1906 s’intitolasse La Bonheur de vivre (una tela di quasi tre metri oggi conservata a Filadelfia).

Ma il quadro emblema della collezione Stein è forse un altro Matisse, datato 1905, ed è il ritratto di Madame Matisse "à la raie verte", con il raggio verde. È un piccolo quadro in cui l’intensità davvero travolgente dei colori comunica l’evidenza di un nuovo che avanza. Tra i colori c’è una linea verde brillante che attraversa il volto, come un riflesso di luce o come eco di uno splendore intravisto. Se si guarda con attenzione  questo quadro si scopre come quella novità che aveva scosso e fatto discutere Parigi, abbia qualcosa d’antico. C’è un’icasticità quasi bizantina in quel capolavoro di Matisse. E vien quasi il dubbio che i colori inseguano lo splendore delle tessere di un mosaico...



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.