BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ARTE/ Se una bimba conta più dei potenti della Terra

Pubblicazione:

Un dettaglio de "La presentazione di Maria al tempio" di Tiziano  Un dettaglio de "La presentazione di Maria al tempio" di Tiziano

Niente di tutto questo; l’intensificarsi della luce mostra che il fulcro è un altro. È quella piccola bambina vestita di bianco che, graziosamente sollevando un lembo della lunga veste, sale l’ultima rampa di scale verso il Sommo Sacerdote. Che sproporzione! Un apparato scenografico imponente, una folla di personaggi di gran nome o di alto lignaggio mischiati a gente del popolo, colonne, piramidi e montagne; tutto che ruota intorno a una bambinetta che sale una scala.

In Tiziano non c’è più nulla della secca simbologia che le icone bizantine dedicano a questa festa e nemmeno c’è la discreta familiarità con cui Giotto ha raffigurato la stessa scena a Padova. Ma il suo immenso dipinto una cosa ce la dice chiara. E cioè che le forze che fanno la storia non sono prima di tutto quelle del potere, religioso o mondano. Una piccola bambina conta di più. È lei che dirà: «Deposuit potentes de sede», «ha rovesciato i potenti dai troni». Un avvertimento decisivo anche per noi, di fronte all’inesorabile avvicendarsi dei poteri.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
21/11/2011 - Un magnifico quadro quotidiano. (claudia mazzola)

A me capita sempre davanti ad una bambina di sentirmi impotente, è l'innocenza che ribalta la mia grandezza. Ora corro a messa per prostrarmi davanti a Lei e come sempre a mendicarLe Suo Figlio.