BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cultura

BRANCUSI/ Fino al 15 maggio al Kunsthaus di Zurigo in mostra le fotografie dello scultore romeno

Fino al 15 maggio al Kunsthaus di Zurigo in mostra le fotografie dello scultore Constantin Brancusi

Colonna senza fine (Foto: Wikipedia)Colonna senza fine (Foto: Wikipedia)

Fino al 15 maggio al Kunsthaus di Zurigo l’arte fotografica e scultorea si fondono in un’unica mostra: «FotoSkulptur - La fotografia della scultura dal 1839 ad oggi» è il titolo dell’evento zurighese. Una selezione di oltre trecento foto realizzate da un centinaio di artisti, fotografi e scultori saranno esposte in un percorso che vuole mostrare come il linguaggio artistico sia cambiato negli ultimi 170 anni. L’esposizione proviene dal Museum of Modern Art di New York e ha come seconda ed ultima tappa Zurigo. È la prima panoramica di questo tipo, che mostra il rapporto tra la fotografia e la scultura e come la prima e più recente abbia modificato l’altra.

Dieci capitoli costituiscono la mostra che permette di passare dai primi anni della fotografia, con gli scatti di alcune cattedrali francesi e del British Museum di Londra, ai lavori fotografici di Rodin e Brancusi. La panoramica continua arrivando agli anni '20 con l'esplosione del fenomeno Marcel Duchamp e della fotografia surrealista e dada. Arrivano poi i più conosciuti fotografi americani del XX secolo: Walker Evans, Lee Friedlander, David Goldblatt e lo svizzero trapiantato negli USA Robert Frank. Il viaggio si conclude con artisti contemporanei come Bruce Nauman, Rachel Harrison e Cyprien Gaillard, Charles Ray, Dennis Oppenheim e il duo di artisti zurighesi Fischli/Weiss.