BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COMPLOTTO/ 1. Blondet: Bin Laden non è morto, ecco la mia verità

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Osama Bin Laden (Ansa)  Osama Bin Laden (Ansa)

«La morte di bin Laden? Il classico film americano: Clint Eastwood che uccide qualcosa e il gran finale rubato al film Master and Commander». Lo dice a ilsussidiario.net il giornalista e scrittore Maurizio Blondet. Già inviato di Oggi, Il Giornale, Avvenire, Blondet è un grande esperto di tesi cospirazioniste, ad esempio sugli attentati dell’11 settembre 2001 che furono, per Blondet, «un’autoaggressione». Nel libro 11 settembre colpo di stato in Usa, Blondet sostiene la tesi che dietro all’attacco alle Torri Gemelle ci sono lobby militari industriali, petrolifere, politiche ed ebraiche. E a proposito dell’uccisione di bin Laden, si tratterebbe solo di cattiva narrativa data in pasto a un’opinione pubblica ignorante, quella americana, per coprire ben altri scenari.

Blondet, la stessa Al Qaeda ha riconosciuto che Osama bin Laden è stato ucciso. Questo non  ha fugato ogni dubbio?

Mi scusi, ma chi ha detto che Osama è morto? Dove l’ha letto?

Lo hanno riportato alcuni siti fondamentalisti islamici.

Ecco, appunto. Anche lei potrebbe aprire un sito che si dichiara fondamentalista e dire che bin Laden è stato ucciso.

Dunque lei rimane dell’opinione che Osama non sia stato ucciso? O che è morto anni fa e sia stato ritirato fuori per motivi propagandistici americani?

Ma io non lo so, questo. Morto, vivo, non lo posso sapere. Il problema è un altro, è intendersi su cosa sia Al Qaeda. Al Qaeda è un organismo identificato o no? Direi di no, è piuttosto una galassia di organismi, di cellule. Bisogna ricordarsi che cos’era Al Qaeda quando è nata, innanzitutto. «Al qaeda» significa «data base» ed è il nome che gli diedero gli americani quando fondarono questa organizzazione che - è bene ricordarlo - è stata messa in piedi dagli Stati Uniti per combattere i sovietici in Afghanistan. Si trattava di una lista contenente i capi guerriglieri islamici disposti a combattere i russi con il sostengo americano. Tra questi, uno dei capi guerriglieri si chiamava Osama bin Laden. L’assistenza a questa struttura veniva dato dai pachistani, che con il loro famoso servizio segreto decisamente anticomunista erano ben contenti di combattere i sovietici.

E quindi?



  PAG. SUCC. >


COMMENTI
13/05/2011 - Really a clever article (Osama Bin Laden)

Hi Maurizio, I guess you are right. I'm still alive and hided somewhere (I'd prefer non to reveal where not to be discovered) making a lot of laughters about all the stupid things Barack Obama is saying. But how did you know that nobody killed me? Hugs, Sheikh Osama Bin Laden

 
12/05/2011 - Suggestioni... (Alessandro Barra)

Queste suggestioni sono affascinanti, ma assolutamente irrealistiche. Certo, l'amministrazione americana (come chiunque) può raccontare quello che vuole e sicuramente la versione ufficiale sarà un po' "adattata" (questo però avviene anche in quello che una moglie racconta al marito)... Ma se ragioniamo così, paradossalmente io non ho la prova neppure che il dott. Blondet esista davvero. Ho sempre solo visto articoli firmati con questo nome. Se ci avessero mostrato il corpo di Bin Laden sarebbe cambiato qualcosa? Ne dubito, coloro che (letteralmente) vivono scrivendo di presunti complotti (ma c'è qualcosa al mondo che non è parte di un immenso complotto secondo costoro?) avrebbero iniziato a mettere in discussione l'identificazione del cadavere, magari basandosi sulla differenza della punta di un'unghia rispetto ad una certa foto di un certo anno pubblicata su un certo giornale... e così all'infinito. Anzi, cominciate a dimostrarmi che Giulio Cesare sia esistito davvero! Nessuno me ne ha mai mostrato il corpo...

 
12/05/2011 - poca fantasia! (Emanuele Favarato)

Un finale decente potrebbe essere che ora Bin Laden, che in realtà è stato sequestrato e dichiarato morto, si trovi ora sul suolo americano per essere interrogato "all'americana" perchè riveli tutto quello che gli US vogliono sapere. Ma ancora nessuno sa che Osama e Obama in realtà sono fratelli. Alla fine si scopre che chi manovra tutto è una figura che si vede solo di spalle che cammina in piazza San Pietro prima dei titoli di coda. che ne dite?

 
12/05/2011 - Ma dai (claudia mazzola)

Gesù Cristo non è risorto, è un complotto degli Apostoli. Ma dai!

 
12/05/2011 - la verità (alberto cremona)

Finalmente la verità! Grazie Blondet per la fierezza di non ubbidire ai padroni che ci stanno rovinando! Basta credere a queste scemenze tipo Al Quaeda inventate da us-raele per comandare noi e il mondo a suon di bombe!