BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIBATTITO/ Nessuna teoria (e laboratorio) ci fa rinascere da capo...

Pubblicazione:

René Magritte, Gli amanti (1928)  René Magritte, Gli amanti (1928)

Nel presente la linea di separazione tra modernità e tradizione, e quindi l’elemento strutturale di differenziazione, si sviluppa invece nella divaricazione crescente tra chi persegue un’estensione illimitata delle scelte a disposizione e chi, al contrario, mira ad una ricerca altrettanto estesa delle relazioni significative.  

Si sviluppa così una differenziazione sempre più chiara tra due diverse antropologie: una, propria della modernità, che vede il soggetto teso a liberarsi da ogni vincolo ed a volgersi alla ricerca di una sempre più completa affermazione del proprio sé; l’altra, propria della tradizione, dove questi, all’opposto, appare sempre più attento ad una piena e definita affermazione delle relazioni significative all’interno delle quali si situa e si definisce. Ad un’emancipazione del soggetto conseguente al riconoscimento del “diritto ai diritti” e quindi teso all’autodeterminazione radicale di ciò che sceglie di essere, si contrappone una realizzazione della persona volta al riconoscimento dei legami e delle reti di relazione alle quali scegli di legarsi. Nella prima il soggetto corona il proprio successo nella misura in cui accede ad una rete sempre più vasta di opzioni, nella seconda questi vede la propria realizzazione nel rintracciare e riconoscere i legami che lo definiscono. In questi legami il soggetto rintraccia il proprio stesso volto, quello che non vuole affatto cambiare e per il quale ogni potenziale trasformazione genetica è semplice follia.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.