BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTURE/ Un "viaggio" nel tempo per vivere il cristianesimo oggi

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Ansa  Foto Ansa

Ma la dinamica riemerge anche sul fronte dell’invenzione di una strategia educativa intensificata per raggiungere l’individuo, ancorata alla cura della coscienza personale dell’io, allo sfruttamento delle risorse della cultura scritta, del catechismo e della scuola, al disciplinamento della condotta pratica attraverso l’elaborazione di sistemi di regole, di guide, di manuali, di “esercizi”, di modelli ideali nei quali rispecchiarsi e da cui lasciarsi indirizzare per imprimere una “forma” alla propria vita nel mondo.

La stessa ansia di proporre una rete globale di significati per la vita di ogni uomo si riversò, già a partire dai primissimi avvii del mondo moderno, in una nuova “evangelizzazione” destinata a proiettarsi decisamente, per la prima volta nella storia, oltre i confini dell’Europa. Le missioni erano rivolte però anche all’interno, verso il restauro del vecchio impianto della cristianità del continente e in vista del rilancio della sua coscienza etica collettiva, sullo sfondo di una grande opera corale che entrava in dialogo con le esigenze della politica e del consolidamento degli apparati dello Stato, così come si piegava sulle forze segrete della natura e cercava di impadronirsi dei suoi meccanismi per manipolarli a vantaggio della centralità del benessere dell’uomo, servendosi della scienza e della tecnica come prolungamenti necessari della gestione responsabile della totalità del creato.

L’esito forse più sorprendentemente moderno di questo sforzo di “ripensamento” dell’innesto della fede cattolica nella realtà del mondo è stata la riscoperta sempre più lucida e consapevole della possibilità di vivere il cristianesimo, “nella sua pienezza”, non solo in uno stato di perfezione separato dalle condizioni della massa del popolo dei fedeli, ma anche dentro il flusso di una “secolarità” plasmata dai doveri del governo della famiglia, dagli impegni quotidiani del lavoro, nell’immersione più ampia e coinvolgente dentro la vita collettiva della società: una fede totalmente incarnata, ma capace di riconvertire la “carne” stessa della vita del mondo.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.