BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SAGRADA FAMILIA/ Sotoo: facendo la Cattedrale ho costruito me stesso

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Sagrada Família - Particolare, la Natività  Sagrada Família - Particolare, la Natività

Tu scolpisci la pietra per dare felicità, per suscitare questa domanda di senso? «Per dare felicità a me stesso, anzitutto. E poi a Dio. Dio è felice quando io lo sono. E io lo sono se sono felici gli altri. Non esiste arte senza amore. La bellezza può esistere da sola. Le arti dell’uomo no, perché non sono fini a se stesse, sono per la società. Non possiamo vivere bene da soli». La bellezza da guardare e cercare qual è? «La bellezza è dentro di noi, non nei musei, perché Dio ci ha toccato il cuore. Il problema dell’uomo europeo è non ricordare la bellezza che ha in sé, aver dimenticato di ascoltare il suo cuore. Siamo in pericolo di estinzione, perché esistiamo non per l’evoluzione della scienza o dell’economia, ma per le domande del cuore. Le leggi, l’arte, la scienza, tutto in Europa è nato da qui». 

Le pietre della Sagrada indicano questo cammino? Per questo non finirà mai la costruzione del tempio? «Finirà quando finirò io, e dopo di me ci sarà un’altra generazione. Vede questa giovane studentessa? Lavora con me, lei dipinge. A volte viene voglia di prendere la sua mano e guidarla coi colori. Ma non devo correggerla, perché lei guarda dove guardo io. Sa cosa penso, a  cosa mirare. Gaudì è stato questo per me. Io guardavo a lui, e lui era sempre più avanti, sempre lontano. A furia di guardare dove guardava lui, è entrato dentro di me. Il nostro lavoro, tutto il nostro costruire è uno strumento. Per costruire in effetti noi stessi, e la società. Dio utilizza questi strumenti per ridestarci».

Gli chiedo se prega Gaudì, che pure non è ancora santo né beato. «Certo che lo prego, scendo alla sua tomba, quando sono solo. I santi non sono solo quelli sugli altari. Per esempio, don Giussani è un santo. Ho conosciuto il suo movimento 5 anni fa. Posso dire che è un santo e un profeta, perché di tutte le domande che abbiamo in cuore e che avremo, lui sapeva le risposte, le aveva tutte pesate e preparate».

 

(Monica Mondo)

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.