BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IDEE/ Aborto ed eutanasia, la "sana" lezione di Engelhardt ai cattolici

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

In uno scenario in cui il riferimento a Dio appare spesso difficile, rinunciare alle armi della razionalità è mossa dalle conseguenze ulteriormente devastanti, come il panorama contemporaneo non si stanca di ribadire. La posizione di Engelhardt andrebbe utilizzata per argomentare in favore di una ripresa di tali fondamenta, più che come motivo di rassegnata accettazione dello status quo come egli fa: una lettura radicale potrebbe in effetti osservare che davvero l’infanticidio è una conseguenza possibile dell’abbandono delle radici trascendenti. Se veramente oggi è diffuso lo scetticismo nei confronti dei fondamenti metafisici e religiosi, ciò forse andrebbe contestato più che accettato come un esito ineluttabile. Non mancano pensatori che ammettono la crisi, ma ritengono di replicare ad essa secondo una rinnovata ambizione filosofica: proprio perché l’alternativa di Rorty è singolarmente fragile, ma quella di Engelhardt è potenzialmente disastrosa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.