BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cultura

IDEE/ Se Ratzinger e Pavese salvano la speranza "vana" degli eroi greci

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Utilizzando il mito antico l’autore moderno, Pavese come Pasolini, Anouilh come Christa Wolf, ripercorre lo stesso itinerario compiuto prima di lui dai tragici greci come da Virgilio, e più tardi da Racine come da Alfieri: l’utilizzo di una storia nota per comunicare qualcosa di sempre diverso e sempre nuovo. Il mito nella sua essenza non è modificabile, ma i cambiamenti minori segnano la diversità delle epoche, dei gusti, del pubblico; e il senso ultimo che ne emerge appartiene all’autore, e viene colto con maggiore immediatezza che se venisse espresso con una storia inventata. 

 

© Riproduzione Riservata.