BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ I musei italiani sono i peggiori del mondo, ecco perché

Pubblicazione:

Cosa non succede nei musei italiani? (InfoPhoto)  Cosa non succede nei musei italiani? (InfoPhoto)

In Italia tutto langue in maniera impressionante, esclusi alcuni musei che occupandosi di arte contemporanea hanno dovuto per forza adeguarsi minimamente ai parametri europei (Mart, Maxxi, Museo del 900...). Eppure la porta di internet è una porta fondamentale per conquistarsi nuovo pubblico e per comunicare l’idea che i musei siano luoghi vivi. Settimana scorsa il direttore del museo del Louvre commentando i dati record del 2011 (oltre 9 milioni di visitatori) si vantava del fatto che la crescita era tutta nel segmento degli under 30, che ormai rappresentano il 50 per cento dei biglietti staccati. Non sarà un caso che il Louvre avesse rinnovato il suo sito lo scorso anno rafforzando anche una strategia di presenza sui socialnetwork che lo ha portato al terzo posto come numero di fans tra i musei del mondo (oltre 410mila). Il Metropolitan di New York è stato calcolato che conquisti un fan ogni 22 secondi, il Moma, primo museo al mondo a superare la barriera del milione di fan, ogni 18 secondi.

E gli italiani? Semplicemente non pervenuti. Nella classifica relativa alla presenza su facebook il primo ad apparire intorno alla 300esima posizione è la pagina dei musei comunali di Roma. Un po’ meno indecorosa la classifica relativa a Twitter, grazie alla buona performance del Mart di Rovereto. Ma non si va oltre.

Purtroppo i musei italiani si concepiscono come istituzioni chiuse, nel migliore delle ipotesi luoghi di conservazione del patrimonio, gestiti da funzionari competenti. Ma non c’è mai una preoccupazione né quindi una strategia per attirare nuovo pubblico, aldilà di drenare quello portato dalle scuole. Non c’è un’idea per sfruttare uno strumento a basso costo come il web. Così i musei si richiudono su se stessi, comunicando l’immagine di istituzioni malinconiche dove si seppellisce il passato più che metterlo in comunicazione vitale con il presente.

 

http://robedachiodi.associazionetestori.it/



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.