BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cultura

LETTURE/ Il Graal, la fede perduta e la metafora di Perceval

Caravaggio, Vocazione di Matteo (1599-1600, particolare; immagine d'archivio)Caravaggio, Vocazione di Matteo (1599-1600, particolare; immagine d'archivio)

Al di là della vicenda leggendaria, il messaggio trasmesso è per il lettore medioevale chiaro. Cristo è il Re pescatore, il padre del Re pescatore che non si può vedere è Dio Padre creatore, il santo eremita è lo Spirito Santo, la strada che parte dal santo eremita lungo la quale l’uomo deve camminare è la chiesa, il Graal è la coppa dell’ultima cena. Perché Cristo sia in mezzo a noi e si compia il suo Regno dobbiamo pregare che Lui si manifesti in quell’atteggiamento di mendicanza di Lui che caratterizza tanta letteratura medioevale.

 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
26/07/2012 - Grazie (claudia mazzola)

Che bello questo articolo, è un piacere!